Accordo fornitura servizio traduzione

di Fabrizio Martini Commenta

I servizi di traduzione, come ogni tipo di rapporto tra le parti, possono essere regolarizzati da un modello di contratto e di accordo che viene firmato da parte del cliente e del fornitore del servizio stesso.

I servizi di traduzione, come ogni tipo di rapporto tra le parti, possono essere regolarizzati da un modello di contratto e di accordo che viene firmato da parte del cliente e del fornitore del servizio stesso. E’ bene comunque sottolineare che, come in molti altri accordi, è necessario porre l’attenzione su molteplici aspetti che riguardano proprio gli obblighi che sorgono tra le parti.

La fornitura di un servizio di traduzione possiede intrinsecamente una serie di molteplici aspetti da curare, che necessariamente devono essere regolati da un accordo preventivo tra le parti. Ad esempio è bene che cliente e fornitore si accordino su diversi punti, come ad esempio i tempi di consegna, le sue modalità ed il pagamento del corrispettivo.

Oltre all’aspetto della tempistica, aspetto che sorge in capo al fornitore del servizio, è necessario regolare anche il tema del compenso che dovrà essere corrisposto al traduttore da parte del cliente. Generalmente tale compenso viene stabilito in base al numero di cartelle, righe, parole o caratteri che devono essere tradotti. Altro aspetto da regolare riguarda poi le modalità di erogazione dello stesso, le tecnologie con cui viene elaborato il servizio.

Devono essere infatti curati anche gli strumenti con cui il traduttore produce il proprio servizio ed inoltre devono essere definiti i formati e i termini di consegna del materiale tradotto.Moduli.it vi offre un contratto legalmente vincolante tra il cliente ed il traduttore relativamente alla fornitura di servizi di traduzione.

Il traduttore inoltre al momento dell’accordo con il clienti si impegna anche a mantenere la massima riservatezza sul contenuto della traduzione. Ciò fa sorgere una serie di obblighi a suo carico, che in pratica lo costringeranno a non divulgare pubblicamente il contenuto di quanto tradotto e di non rendere note a terzi le informazioni in suo possesso; sarà possibile farlo esclusivamente nel caso in cui il traduttore sia in possesso di un previo consenso scritto del proprio cliente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>