I vantaggi dati dai metodi di pagamento digitali

di La Redazione Commenta

Chiunque faccia acquisti online utilizza un metodo di pagamento elettronico. Oggi anche alcune carte di debito consentono di saldare il conto di un e-commerce, lo stesso si può comunque fare con un portafoglio elettronico o con la carta di credito. Chi invece fa acquisti nei tradizionali negozi fisici non sempre usa i metodi di pagamento digitale, nonostante si tratti di opportunità pratiche, facile da usare e veloce.

Tutti i vantaggi del POS
Fortunatamente moltissimi punti vendita, anche in Italia, offrono alla propria clientela la possibilità di pagare con la carta di debito o di credito, utilizzando il classico POS. Si tratta di un comodo terminale, che riconosce la carta digitale del cliente e trasferisce quanto dovuto dal conto corrente dell’acquirente a quello dell’esercente. Il passaggio è rapido, il pagamento semplice e privo di rischi. Pagando con questo metodo non serve avere nel portafoglio del contante, che potrebbe essere rubato da un malintenzionato, e neppure attendere il resto dall’esercente. II negozi che possiedono un POS hanno quindi maggiore appeal su alcuni clienti, ai quali offrono un metodo di pagamento alternativo. Per il negoziante si tratta di un metodo più pratico di riscuotere i soldi, che gli permette di non doversi preoccupare dell’incasso, che in effetti è già al sicuro in banca.

Diverse tipologie di POS
Il POS più classico è il terminale che vediamo nei pressi della cassa di un qualsiasi punto vendita; questo dispositivo è collegato al registratore di cassa e alla linea telefonica fissa. Oggi alcuni negozi offrono anche il POS cordless, che è collegato alla rete vi-fi del negozio e volendo si può anche integrare con il registratore di cassa. Coloro che necessitano di un POS in mobilità possono utilizzare dei dispositivi da collegare alla rete tramite lo smartphone, anche al di fuori del punto vendita, per riscuotere pagamenti direttamente presso l’abitazione del cliente, ad esempio. I POS di nuova generazione si gestiscono con comode app e alcuni consentono anche di utilizzare dei servizi gestionali di nuova generazione, per organizzare con un solo gesto le fatture, le consegne e altre problematiche quotidiane. Oggi alcuni istituti di credito propongono POS che accettano pagamenti con le carte prepagate, con carte di debito e di credito, ma addirittura anche con lo smartphone, i buoni pasto o i QR code.

I pagamenti elettronici e gli italiani
Come abbiamo visto i metodi di pagamento digitali sono decisamente molto vantaggiosi e comodi, permettono una maggiore sicurezza e evitano di doversi preparare in anticipo ad una eventuale spesa. Nonostante tutti questi vantaggi oggi in Italia circa l’85% delle transazioni viene fatta con il contante, soprattutto poi nel caso di spese per un ammontare inferiore ai 25 euro. A dirlo è una ricerca svolta dalla banca d’Italia, che mostra anche come tale dato sia medio per l’intera penisola: la percentuale aumenta andando verso sud e con l’aumentare dell’età dell’acquirente. Chi non usa il contante lo fa quindi, nella maggior parte dei casi, per le piccole spese, ad esempio per pagare il caffè al bar o il pane al forno. La anca d’Italia ha anche chiesto d un campione di soggetti quali fossero le motivazioni per cui utilizzano il contante al posto della carta. Le risposte sono sorprendenti, visto che la maggior parte dichiara di usare il cotante in quanto lo ritiene un metodo di pagamento più veloce e sicuro. Esiste purtroppo ancora in Italia il timore per le novità, per ciò che non si conosce a fondo. Inoltre molti dichiarano di usare di preferenza il contante in quanto permette di controllare al meglio le proprie spese, anche se oggi molti istituti di credito avvisa il cliente per ogni importo saldato con un metodo di pagamento digitale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>