Livelli Assistenziali di Assistenza, l’elenco delle nuove cure gratuite

di Fabiana Commenta

Con l’aggiornamento dei Lea (i Livelli Assistenziali di Assistemza) arrivato dopo 15 anni e annunciato lo scorso gennaio, ma pubblicato in Gazzetta a marzo, si registrano più vaccini, ulteriori tutele per la maternità, ma anche nuove coperture per le malattie croniche e per le protesi tecnologiche.

 

Vediamo nel dettaglio che cosa cambia.

 

 

MATERNITA: vengono offerti gratuitamente e per la prima volta a tutte le donne:

la diagnosi prenatale con test combinato e solo in caso di rischio elevato, anche amniocentesi o villocentesi, indipendentemente dall’età della donna;

corsi di accompagnamento alla nascita;

assistenza in puerperio;

colloquio con lo psicologo nel caso in cui la donna mosti disagio durante la gravidanza o dopo il parto;

visita specialistica di genetica medica ed eventuali ulteriori indagini genetiche nel caso di aborti ripetuti.

VACCINI E SCREENING NEONATALE: vengono introdotti nuovi vaccini come l’anti-Papillomavirus, l’anti – Pneumococco e l’anti-meningococco e viene esteso a tutti i nuovi nati dello screening neonatale anche per le malattie metaboliche ereditarie.

PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA (PMA): le prestazioni di procreazione medicalmente assistita (omologa ed eterologa) vengono inserite nel nuovo nomenclatore della specialistica ambulatoriale. Per tutte le spese viene previsto un contributo il cui importo viene fissato dalle singole Regioni

CELIACHIA: diventa malattia cronica per cui vengono mantenute tutte le esenzioni tutte le prestazioni di specialistica ambulatoriale comprese nei LEA, dal monitoraggio della patologia alle prevenzione di ulteriori complicanze.

ENDOMETRIOSI: entra nell’elenco delle patologie croniche e invalidanti, negli stadi clinici più avanzati  e offre il diritto ad usufruire in esenzione di alcune prestazioni specialistiche di controllo.

PROTESI: vengono inclusi tra i destinatari delle protesi persone affette da diverse malattie rare e gli assistiti in assistenza domiciliare integrata con l’introduzione di nuove protesi anche tecnologiche dagli strumenti e software di comunicazione alternativa agli apparecchi acustici a tecnologia digitale

MALATTIE RARE: si amplia il numero delle malattie rare, con l’inserimento di più di 110 nuove entità.

PATOLOGIE CRONICHE: vengono spostate nelle malattie croniche alcune tra le patologie già esenti come malattie rare.

DISTURBI SPETTRO AUTISTICO: è previsto l’aggiornamento dei livelli essenziali di assistenza per la diagnosi precoce, cura e trattamento individualizzato.

 

photo credits | thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>