Valvole termostatiche, ecco le sanzioni previste

di Fabiana Commenta

Valvole termostatiche: sono ormai diventate obbligatorie per legge a partire dal 1° luglio 2017 per tutti gli edifici polifunzionali e i condomini con impianto di riscaldamento centralizzato, ma intanto il Movimento Difesa del Cittadino si è già attivato chiedendo una proroga per molti condomini italiani che ancora non si sono adeguati alla norma prevista vista la confusione della normativa stessa e molto probabilmente anche dai costi da sostenere.

E a breve scatteranno anche controlli per chi non si adeguato alla norma: previste sanzioni molto pesanti che vanno da 500 a 2500 euro per ciascuna unità immobiliare.

Gli impianti più vecchi richiedono interventi sulla caldaia, ma gli impianti più moderni in genere prevedono una cifra pari a 120 euro per ciascun termosifone installato: la cifra inoltre può rientrare nell’ambito delle detrazioni fiscali per il risparmio energetico. 

In sostanza servono per evitare dispersioni di calore: in base al livello impostato che va da 0 a 5 e grazie ai sensori montati tendono ad aumentare o a diminuire il liquido nel radiatore regolando così la temperatura dell’ambiente domestico ed evitando sprechi negli impianti centralizzati dei condomini. Si stima che in media chi ha provveduto all’installazione delle termovalvole risparmierà in media circa il 20% del totale sulla spesa complessiva per una media di 150 euro a nucleo familiare.

Ma chi deve installarle? Le valvole termostatiche sono obbligatorie dal 1 luglio 2017 per i condomini e gli edifici polifunzionali che hanno l’impianto centralizzato, a colonne montanti o ad anello, restano esclusi tutti coloro che hanno riscaldamento autonomo.

photo credits | think stock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>