Lavori in casa, arriva il Glossario dell’edilizia libera

di Fabiana Commenta

State per avviare nuovi lavori a casa? Bando ai dubbi visto che a partire dal 22 aprile entra in vigore il Glossario dell’edilizia libera che elenca tutti gli interventi di manutenzione, anche sull’esterno dell’edificio e in giardino, che possono essere effettuati senza dover presentare documentazione alcuna al Comune.

Il Glossario ha validità sull’intero territorio nazionale per cui nessun Comune potrà imporre regole restrittive e intende semplificare la vita di chi voglia migliorare la propria casa. È reperibile dal sito del ministero delle Intrastrutture o da http://www.italiasemplice.gov.it/media/2528/glossario-edilizia-libera.pdf.

Ma in sostanza che cosa consente di fare? Tutte le tipologie di interventi sono state pubblicare in Gazzetta ufficiale del 7 aprile scorso: si tratta di 58 tipologie di opere e riguarda non solo la manutenzione ordinaria, incluso il rifacimento di tutti gli impianti, ma anche le modifiche che non alterano in maniera significativa lo stato dell’immobile. Via libera quindi a rifacimento degli intonaci e degli infissi, installazione di inferriate,  grondaie, controsoffitti di tipo non strutturale, ma anche a rampe, montascale e ascensori per abbattere le barriere architettoniche, pannelli solari e gli altri impianti per il risparmio energetico chiaramente non realizzati su monumenti dal valore storico.

Chi ha terrazzi o può installare pergotende e gazebo, purché si tratti però di strutture non stabilmente ancorate al suolo, ma anche barbeque o aree giochi per i bambini, senza dimenticare anche gli impianti di illuminazione.

C’è anche la possibilità di curare al meglio i propri animali domestici costruendo confortevoli cucce in muratura, voliere o costruire una recinzione per animali domestici.

 

photo credits | thinsktock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>