Festa della mamma, fiori e dolci fra i regali preferiti

di Fabiana Commenta

In occasione della Festa della mamma più di un italiano su tre, circa il 34%, decide di regalare un mazzo di fiori o una pianta. E quanto emerge dai dati di un sondaggio on line effettuato da www.coldiretti.it confermando che si tratta del regalo più diffuso per la ricorrenza. 

festa della mamma

I fiori sembrano essere il regalo prediletto da parte di tutte le età e batte di gran lunga tutti gli altri tipi di regali come ad esempio i cioccolatini o tanti altri tipi di dolciumi (13 %), di gioielli oppure oggetti di bigiotteria (13%), vestiti o altri capi di abbigliamento (12%). Piuttosto alta è anche la percentuale di chi ha scelto non fare regali e che si attesta intorno al 28%. 

Ma come far durare più a lungo il vostro regalo? La Coldiretti consiglia di scegliere fiori in ottimo stato, senza ammaccature e foglie di colore scuro accertandosi che lo stelo sia abbastanza robusto. Una volta arrivato in casa è bene accorciare il gambo tagliando i 3-4 cm finali dello stelo, non con le forbici che schiaccerebbero i canali di transito dell’acqua all’interno del fiore, ma con un coltello affilato effettuando un taglio netto e obliquo.

I fiori vanno poi immersi in acqua fresca e pulita, lasciandovi sciogliere all’interno un’aspirina o 3-4 gocce di candeggina per litro d’acqua per impedire la formazione di batteri che potrebbero ostruire i canali e portare l’acqua al fiore. L’acqua deve essere cambiata una volta al giorno per mantenerla sempre pulita. Meglio anche evitare l’esposizione a luce diretta, le correnti d’aria calda o fredda e le fonti di calore.

Vanno sempre allontanati dalla frutta che ne accelera la maturazione e ne accorcia la vita, in vaso mettere i narcisi da soli poiché producono una mucillagine che non permette agli altri fiori l’assorbimento dell’acqua e per nutrirli sciogliere nell’acqua una zolletta di zucchero.

Il giro d’affari in Italia nel settore dei fiori e delle piante, si attesta intorno a 2,5 miliardi di euro che confermando che si tratta di uno dei settori di punta dell’economia.Le imprese florovivaistiche italiane sono attualmente impegnate nella coltivazione di oltre 2.000 specie vegetali. 

 

photo credits | thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>