Precompilata, tutte le informazioni a portata di click

di Alba D'Alberto Commenta

Tutte le informazioni relative alla dichiarazione dei redditi sono state fornite dal Fisco che si è preoccupato di comunicare ai contribuenti anche il sito pensato ad hoc per chiarire ogni dubbio. Qualcosa l’avevamo già detto. Ecco il resto. 

Abbiamo parlato della presentazione generale della dichiarazione dei redditi precompilata e abbiamo anche parlato del semaforo rosso e verde per chi la dichiarazione vuole completarla senza l’aiuto degli intermediari. Abbiamo fatto qualche cenno allo spesometro che con tutto questo non c’entra molto e adesso prendiamo in esame le informazioni sul sito dedicato all’argomento.

-dita-sulla-tastieraE’ semplice, intuitivo e di funzionale utilizzo. Il sito della dichiarazione precompilata, disponibile da oggi sul portale dell’Agenzia, è stato aggiornato e implementato per rispondere in maniera sempre più precisa e puntuale a tutte le richieste di informazioni e di assistenza che arrivano dai contribuenti. La struttura è rimasta quella dello scorso anno, ma un grande lavoro di restyling è stato fatto a livello di contenuti e modalità di accesso, nell’ottica della semplificazione e della qualità. Le novità del 2016, cosa è e a chi interessa la precompilata, i vantaggi, i passi da seguire e le faq sono i 5 box a disposizione del contribuente per arrivare bene al traguardo.

Molti più dati nella precompilata 2016. Il sito di assistenza fotografa subito le novità di quest’anno: non solo 730, ma anche Unico, sono stati precompilati dall’Agenzia delle Entrate con l’inserimento di nuovi oneri e spese. Il principale focus di attenzione riguarda le spese sanitarie: ticket per l’acquisto di farmacie e prestazioni fornite dal Ssn, farmaci che derivano da prescrizione medica (ricetta rossa), dispositivi medici Ce, prestazioni sanitarie e servizi sanitari erogati da farmacie. Debuttano, infatti, nella precompilata 2016 gran parte delle spese sanitarie sostenute dai contribuenti, e i relativi rimborsi, comunicate alle Entrate dalle Asl, Aso, istituti di ricovero e cura, strutture accreditate con il Ssn e dalle farmacie. Dal 15 aprile sul sito dell’Agenzia, e su quello della tessera sanitaria, il contribuente può consultare il dettaglio di tutte le spese che sono state riportate in dichiarazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>