Dichiarazione dei redditi precompilata fai da te, come cambiare le spese sanitarie

di Fabiana Commenta

È disponibile dallo scorso 16 aprile la Dichiarazione dei redditi precompilata fai da te: per il momento i contribuenti potranno semplicemente visualizzare la dichiarazione che potrà essere successivamente modificata a partire dal 2 maggio. E non mancano le novità: da quest’anno sarà infatti possibile poter modificare i dati dettagliati relativi alle spese sanitarie e veterinarie esposti dal sistema tessera sanitaria, attraverso i servizi in cooperazione applicativa.

Si potranno modificare  le singole spese sanitarie e i rimborsi anche sostenute per i familiari a carico andando a gestire i vari documenti sanitari. 

A partire dal 2 aprile il contribuente potrà effettuare le modifiche: il sistema tessera sanitaria andrà a creare una copia con i dati aggiornati fornendo direttamente all’Agenzia delle Entrate i nuovi totali, che poi saranno utilizzati per il servizio di compilazione agevolata. Il contribuente può opporsi a rendere disponibili i dati sanitari al fisco (dato che si tratta di dati non visibili ai funzionari) attraverso le modalità già previste precedentemente: sarà sufficiente non comunicare il codice fiscale al soggetto che emette lo scontrino parlante o chiedere al medico o all’ospedale di annotare l’opposizione sul documento fiscale).

Rientrano nelle ipologie di spesa:

iticket per acquisto di farmaci e prestazioni sanitarie;

farmaci, anche omeopatici;

acquisto o affitto di dispositivi medici con marcatura CE;

servizi sanitari erogati da farmacie e parafarmacie, come ecocardiogramma, spirometria, holter pressorio e cardiaco, test per glicemia, colesterolo e trigliceridi, misurazione della pressione sanguigna;

farmaci per uso veterinario; prestazioni sanitarie: assistenza ambulatoriale, visite mediche generiche e specialistiche, prestazioni diagnostiche, chirurgiche, ricoveri ospedalieri, escluse le spese di chirurgia estetica e, nel caso dei ricoveri, quelle per il comfort;

prestazioni sanitarie erogate dai soggetti previsti dal decreto dell’Economia del primo settembre 2016 (fra gli altri, psicologi, infermieri, ostetriche, radiologi, ottici);

protesi e assistenza integrativa, cure termali, chirurgia estetica: sono spese agevolabili sono in presenza di particolari condizioni.

Restano invariate anche le procedure per opporsi all’utilizzo dei dati in dichiarazione precompilata per singola voce o in modo aggregato, dal primo ottobre dell’anno di riferimento al 31 gennaio dell’anno successivo.

La comunicazione dovrà essere effettuata via mail, all’indirizzo opposizioneutilizzospesesanitarieç@agenziaentrate.it, o telefonando al Centro di assistenza multicanale (848.800.444 da fisso, 0696668907 da cellulare, +39 0696668933 dall’estero) o consegnando il modello a un ufficio dell’Agenzia delle Entrate.

 

photo credits | think stock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>