Piccole e grandi spese: come richiedere un prestito personale

di La Redazione Commenta

 Fra le più comuni tipologie di finanziamento, oltre ai mutui per l’acquisto della prima casa, troviamo i finanziamenti volti all’acquisto di un bene o servizio e i prestiti personali.

A cosa serve il prestito

Il prestito personale può essere un modo per finanziare, ad esempio, l’acquisto di mobili o di beni per la casa, di un’auto o per sostenere le spese per studio e formazione.

Chi può richiedere un prestito personale
I prestiti personali sono rivolti a tutti coloro che hanno raggiunto la maggiore età. Per il cittadino italiano sarà necessario presentare alla banca una copia della propria carta di identità e del codice fiscale; per gli stranieri sarà necessario anche attestare, attraverso l’opportuna documentazione, di essere residenti in Italia.

Uno tra gli istituti di credito presenti in Italia è Santander Consumer Bank, che propone diverse simulazioni di prestiti personali attraverso un pratico preventivatore che consente di personalizzare al massimo il proprio prestito.

Le condizioni
Si tratta di un tipo di finanziamento non finalizzato direttamente all’acquisto di un bene o un servizio, anche se negli strumenti di simulazione è comunque richiesta l’informazione della finalità della spesa, ad esempio l’intenzione di regalarsi un viaggio, di ristrutturare la propria abitazione o acquistare una macchina nuova per la famiglia.

La documentazione
Per richiedere questo tipo di finanziamento sarà quindi importante poter dimostrare la sostenibilità del debito, tramite uno stipendio o una pensione. Anche i lavoratori autonomi possono accedere a questo tipo di prestito, presentando la documentazione richiesta dall’istituto di credito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>