Televisori 3D trainano il mercato

di GianniPug Commenta

La tecnologia della tridimensionalità delle immagini non interessa solamente il cinema..

La tecnologia della tridimensionalità delle immagini non interessa solamente il cinema: anche nel mercato dei televisori tutti concordano che sarà la tendenza vincente della produzione dei prossimi anni.
I miglioramenti tecnologici, d’altronde, fanno continui passi in avanti, e si ritiene che entro cinque anni non ci sarà nemmeno più bisogno dei famosi occhialini. In effetti, il vero problema del settore, almeno per ora, è l’assoluta povertà dei contenuti: sono oggi ancora pochissimi i film e i programmi “fabbricati” con tecnologia 3D, perciò per la gran parte del tempo anche il televisore più avanzato non può che trasmettere contenuti simili a quelli di un elettrodomestico tradizionale.


In ogni caso, attualmente i televisori in 3D occupano una quota di mercato globale intorno al 5%; si ritiene, però, che entro il 2014 questa dovrebbe raggiungere una fetta fra il 35 e il 40%.
Il secondo fenomeno che interesserà il mercato dei televisori, inoltre, è l’interattività con gli spettatori e i possibili accessi con il web, ma al momento non esistono ancora previsioni affidabili su quali saranno le conseguenze nel mercato.
Spostandoci a controllare il mercato mondiale in generale, nel corso del 2010 dovrebbero essere venduti in tutto 230 milioni di televisori, mentre nel 2014 si dovrebbe arrivare a 250 milioni. In realtà, i mercati più evoluti (Nordamerica ed Europa) cominciano a segnare il passo: la crescita della domanda, infatti, proviene prevalentemente dalla Cina, dalla Corea del Sud e dalle altre “tigri asiatiche”.


Non scompaiono dalla produzione i tradizionali televisori a tubo catodico: hanno infatti ancora ottimi sbocchi nei Paesi in via di sviluppo. Nei Paesi avanzati, invece, gli schermi ultrapiatti a cristalli liquidi superano nelle preferenze quelli al plasma.
Infine, il primo produttore al mondo è Samsung, seguito da Lg e Sony.

Fonte: Il Sole 24 Ore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>