Infortunio sul lavoro e apprendistato

di Stefania Russo Commenta

Il datore di lavoro è considerato responsabile di un infortunio sul lavoro non solo quando non adotta tutte le misure cautelare atte...

Il datore di lavoro è considerato responsabile di un infortunio sul lavoro non solo quando non adotta tutte le misure cautelari atte a prevenire il verificarsi di tale infortunio ma anche quando non accerta che le misure vengano rispettate dai dipendenti. La responsabilità, inoltre, si aggrava nel caso in cui il lavoratore vittima dell’infortunio è un giovane e inesperto, o ancora peggio se assunto con contratto di apprendistato.

Tale principio è stato ribadito dalla Corte di Cassazione con la sentenza n. 536 del 10 gennaio 2013, con la quale è stato respinto il ricorso presentato da un datore di lavoro giudicato responsabile di un infortunio sul lavoro ai danni di un apprendista e pertanto condannato a restituire all’Inail l’importo corrisposto al lavoratore a titolo di indennizzo.


Il caso in esame riguarda un lavoratore giovane e inesperto assunto con contratto di apprendistato da circa 20 giorni feritosi ad un occhio a causa di una scheggia di metallo. I controlli effettuati in seguito all’incidente hanno evidenziato la presenza di occhiali protettivi, che però il lavoratore non indossava.

L’azienda nel difendersi dinanzi ai giudici ha sottolineato di aver messo a disposizione del dipendente gli occhiali protettivi e di averne imposto l’utilizzo. A suo avviso, dunque, il lavoratore ha violato il regolamento aziendale non indossando gli occhiali di protezione e al contempo ha adempiuto alle proprie mansioni in modo errato e diverso rispetto alle indicazioni a lui fornite, esponendosi così ad un maggiore rischio di infortunio.

La Cassazione nel motivare la sua decisione ha spiegato che la responsabilità del datore di lavoro sussiste anche nel caso in cui l’infortunio si verifichi per imperizia o per l’adozione da parte del lavoratore di comportamenti negligenti o imprudenti, avendo l’azienda l’obbligo di controllare il rispetto da parte dei dipendenti delle misure preposte a tutelate la loro sicurezza, andando al contempo ad evidenziare come la suddetta responsabilità del datore di lavoro si aggravi nel caso in cui il dipendente in questione sia inesperto, molto giovane o un apprendista.

Rispondi