Consumi in Italia, già attenzione alla qualità nel carrello della spesa

di Fabiana Commenta

Più lusso e più attenzione alla qualità, ma vanno giù le spese per alcol, fumo e preservativi al contrario dei consumi di antidepressivi e di armi che salgono. Questa è la fotografia del carrello della spesa redatto dal Rapporto Coop per il 2017 che analizza l’economia del Belpaese confermando che, molto lentamente, anche l’Italia comincia a uscire dalla crisi puntando su maggiori consumi.

consumi

E nonostante la crisi non sia solo un ricordo lontano, sembra che le cose in Italia stiano pian piano cambiando: i consumi sono in ripresa (+3% gli alimentari nella grande distribuzione nel primo semestre), ma è chiaro che gli Italiani tornano a essere più attenti alla qualità dei prodotti che vengono acquistati. Insomma sembra che la caccia alle promozioni e al discount sia acqua passata perché gli italiani tornano a spendere quel che possono acquistando prodotti di maggiore qualità. Si registra anche un aumento degli acquisti del lusso (pari all’8% nel primo semestre dell’anno).

I cibi “terapeutici” o superfood rappresentano il 10% del carrello e crescono il doppio (+8%) dei prodotti più tradizionali: aumenta ad esempio il consumo di latte ad alta digeribilità così com il consumo di uova di galline allevate a terra rispetto alle uova delle galline in batteria nonostante il prezzo più alto.

 

Si continua a spendere molto nella cura del corpo, ma scendono i consumi di fumo, di alcol e anche di profilattici mentre resta ben salda la passione per il gioco d’azzardo (siamo ormai il quarto Paese al mondo dove si gioca e si perde di più), aumenta il consumo di antidepressivi (+18%) e il consumo delle armi.

 

photo credits | think stock

Rispondi