La verifica del SISTRI comincerà entro gennaio 2013

di Vito Verna 1

Obiettivo dichiarato è quello di procedere con la definitiva verifica del sistema ideato da Selex - Finmeccanica per la gestione e lo smaltimento dei rifiuti speciali e pericolosi già entro fine gennaio 2013

La verifica del SISTRI comincerà entro gennaio 2013

Nonostante le insistenti voci che, sul delicato argomento oggi alla nostra attenzione, si sarebbero susseguite negli scorsi mesi il SIStema di controllo della Tracciabilità dei RIfiuti, altrimenti e più comunemente noto come SISTRI, non sarebbe stato ancora definitivamente accantonato dal Governo Monti che, grazie al Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Corrado Clini, fa sapere di essere ancora interessato al progetto e di non voler, per il momento, percorrere altre strade alla ricerca delle più differenti alternative (una delle quali sarebbe il Sistema Elettronico Tracciabilità RIfiuti, altrimenti e più comunemente noto come SETRI, proposto dalla Confederazione del Trasporto della Spedizione e della Logistica e dall’Associazione Nazionale Imprese Servizi Informatica Telematica Robotica Eidomatica).

ISCRIZIONE AL SISTRI

Obiettivo dichiarato è quello di procedere con la definitiva verifica del sistema ideato da Selex – Finmeccanica per la gestione e lo smaltimento dei rifiuti speciali e pericolosi già entro fine gennaio 2013 così che il SIStema di controllo della Tracciabilità dei RIfiuti possa venir finalmente attivato, come pronosticato dall’articolo 52 del decreto cosiddetto Sviluppo, entro la fine di giugno 2013.

SISTRI, PROROGA DEL PERIODO DI TRANSITORIO

Giovanni Contento, responsabile nazionale dell’Unione Italiana Lavoratori Metalmeccanici, avrebbe d’altronde reso noto che il Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Corrado Clini avrebbe recentemente dichiarato che il Governo Monti starebbe alacremente lavorando con l’Agenzia per l’Italia Digitale, già DigitPA, per consentire l’attivazione del su indicato sistema di controllo dei rifiuti nel minor tempo possibile così da salvaguardare il futuro lavorativo dei 172 dipendenti di Selex – Finmeccanica che, attualmente, sarebbero tutti in cassa integrazione a zero ore.

CONTRIBUTI AL SISTRI

Photo Credits | Getty Images

Commenti (1)

  1. Certe sembra che qui in Italia andiamo avanti per proroghe

Rispondi