Come pagare meno tasse

di Stefania Russo Commenta

Uno dei pochi modi per pagare meno tasse è quello di sfruttare al meglio le agevolazioni fiscali concesse. Per questo il primo consiglio...

Uno dei pochi modi per pagare meno tasse è quello di sfruttare al meglio le agevolazioni fiscali concesse. Per questo motivo il primo consiglio è quello di raccogliere nel corso dell’anno tutte le tipologie di ricevute da utilizzare nella dichiarazione dei redditi al fine di ottenere, a seconda dei casi, deduzioni o detrazioni.

Uno degli errori più frequenti commessi dagli italiani è quello di non conservare gli scontrini fiscali relativi all’acquisto dei farmaci, nella maggior parte dei casi perchè si tratta di spese di lieve entità, tuttavia sommate nel corso dell’anno raggiungono nella maggior parte dei casi un ammontare piuttosto cospicuo del quale si può ottenere il rimborso del 19%.


A tal fine vanno conservati non solo gli scontrini relativi all’acquisto di medicinali (che devono necessariamente recare l’indicazione del codice fiscale), ma tutte le spese mediche sostenute nel corso dell’anno, dentista compreso. Tra le altre spese in relazione alle quali è possibile ottenere degli sconti troviamo: gli interessi pagati per il mutuo relativo all’acquisto dell’abitazione principale; le spese sostenute per le ristrutturazioni edilizie; le spese sostenute per interventi destinati al risparmio energetico; le spese per la polizza vita o per la pensione integrativa; l’Rc auto; le spese scolastiche ed universitarie; le spese di affitto se si hanno figli studenti universitari fuori sede; i contributi per la colf; le spese veterinarie.

L’ideale, come dicevamo, è di raccogliere di volta in volta queste ricevute in un apposito fascicolo, in modo tale da non dimenticare nulla. Se nonostante questo ci dovessimo accorgere di aver dimenticato qualcosa è possibile riparare all’errore entro il 30 settembre, compilando via web il modello Unico integrativo a proprio favore in cui è possibile inserire spese ed oneri dimenticati.

Rispondi