Aliquote ed agevolazioni IMU seconde case

di Vito Verna Commenta

Dopo avervi descritto aliquote ed agevolazioni IMU che alcuni tra i più importanti Comuni italiani avrebbero stabilito in relazione alle prime case ci sembra giusto descrivervi, per completezza ed esaustività, le aliquote e le agevolazioni IMU che quegli stessi Comuni avrebbero stabilito in relazione alle seconde case.

Aliquote ed agevolazioni IMU seconde case

Dopo avervi descritto aliquote ed agevolazioni IMU che alcuni tra i più importanti Comuni italiani avrebbero stabilito in relazione alle prime case ci sembra giusto descrivervi, per completezza ed esaustività, le aliquote e le agevolazioni IMU che quegli stessi Comuni avrebbero stabilito in relazione alle seconde case dei propri cittadini contribuenti ed al saldo di dicembre 2012 dell’Imposta Municipale Unica 2012.

RAVVEDIMENTO OPEROSO RITARDATO VERSAMENTO IMPOSTA MUNICIPALE UNICA
COMUNE DI MILANO

Relativamente alle seconde case il Comune di Milano avrebbe stabilito un’aliquota IMU pari all’1,06%.

ACCERTAMENTO MANCATA PRESENTAZIONE DICHIARAZIONE IMU
Quest’ultima verrà ridotta sino allo 0,96% nel caso in cui l’abitazione sia data in affitto con canone libero e sino allo 0,65% nel caso in cui l’abitazione sia data in affitto con canone concordato.

COMUNE DI BARI

Relativamente alle seconde case il Comune di Bari avrebbe stabilito un’aliquota IMU pari all’1,06%.

RAVVEDIMENTO OPEROSO MANCATA PRESENTAZIONE DICHIARAZIONE IMU

Quest’ultima verrà ridotta sino allo 0,76% nel caso in cui l’abitazione sia data in uso gratuito ai parenti di primo grado e sino allo 0,4% nel caso in cui l’abitazione sia data in affitto con canone concordato, nel caso in cui il proprietario risieda all’estero e nel caso in cui il proprietario sia portatore di handicap.

COMUNE DI CATANIA

Relativamente alle seconde case il Comune di Catania avrebbe stabilito un’aliquota IMU pari all’1,06%.

Quest’ultima verrà ridotta sino allo 0,96% nel caso in cui l’abitazione sia data in affitto con canone concordato.

COMUNE DI VENEZIA

Relativamente alle seconde case il Comune di Venezia avrebbe stabilito un’aliquota IMU pari all’1,06%.

Quest’ultima verrà ridotta sino allo 0,76% nel caso in cui l’abitazione sia data in uso gratuito ai parenti di primo grado e nel caso in cui l’abitazione sia data in affitto con canone concordato, sino allo 0,4%  nel caso in cui il proprietario risieda all’estero e sino allo 0,3% nel caso in cui il proprietario sia portatore di handicap.

COMUNE DI VERONA

Relativamente alle seconde case il Comune di Verona avrebbe stabilito un’aliquota IMU pari all’1,06%.

Quest’ultima verrà ridotta sino allo 0,46% nel caso in cui l’abitazione sia data in uso gratuito ai parenti di primo grado e nel caso in cui l’abitazione sia data in affitto con canone concordato e sino allo 0,4% nel caso in cui il proprietario sia una persona anziana ricoverata

COMUNE DI PADOVA

Relativamente alle seconde case il Comune di Padova avrebbe stabilito un’aliquota IMU pari all’1,06%.

Quest’ultima verrà ridotta sino allo 0,76% nel caso in cui l’abitazione sia data in affitto con canone concordato e sino allo 0,4% nel caso in cui il proprietario sia una persona anziana ricoverata.

Photo Credits | Getty Images

Rispondi