Dichiarazione Redditi, quando le correzioni?

di Alba D'Alberto Commenta

La Cassazione ha comunicato i termini per le correzioni e integrazioni in dichiarazione dei redditi 2016. I termini variano sulla base degli effetti economici dell’errore o dell’omissione. La sentenza. 

La sentenza della Corte di Cassazione n. 13378 del 30/06/2016 ha messo nero su bianco i termini entro cui il contribuente può modificare o meglio correggere la propria dichiarazione dei redditi. Sono stati evidenziati due casi, quello in cui il danno economico è legato all’errore in dichiarazione e va sfavore della PA oppure quello in cui il danno e a sfavore del contribuente.

Dichiarazione-Redditi016

Se il danno determina una perdita economica per la Pubblica Amministrazione allora la dichiarazione integrativa deve essere presentata entro e non oltre i termini previsti per l’accertamento che sono quelli enucleati nell’articolo 43 del Dpr600.

Nel caso in cui invece sia il contribuente ad avere la peggio allora il termine è il periodo d’imposta successivo. Se infatti  l’obiettivo è correggere errori ed omissioni a causa dei quali il contribuente ha pagato più tasse del dovuto, c’è tempo fino alla successiva dichiarazione dei redditi, momento in cui le somme potranno essere usate in compensazione. Resta comunque la possibilità per il contribuente di chiedere un rimborso entro 48 mesi dal versamento oppure, in caso di contenzioso, resta la possibilità di rivolgersi alle sedi opportune.

Per quanto riguarda le modalità di correzione si ricorda che è importante correggere gli errori soltanto se la dichiarazione è stata presentata entro i termini, ovvero entro il termine di 90 giorni dalla scadenza. La pronuncia della Corte di Cassazione è arrivata dopo un contenzioso ben enucleato nella sentenza che si può leggere in questa pagina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>