Compilare il modello I1 – 6°

Con la puntata di oggi si conclude la compilazione del Modello I1 relativo all’avvio dell’attività  da parte dell’impresa individuale.

Il diciottesimo riquadro richiama un adempimento preliminare riservato agli esercenti attività  di commercio al dettaglio: tutti i dettaglianti, infatti, sono tenuti ai sensi del D.Lgs. 114/1998 a presentare una comunicazione alle autorità  comunali in merito all’apertura dell’esercizio.

Nel Modello I1 occorre indicare la data di tale comunicazione, la superficie espressa in metri quadrati del locale utilizzato e la categoria di beni venduti (alimentari, non alimentari, entrambi).

Il riquadro èovviamente da tralasciare per gli imprenditori che non operano nella vendita al dettaglio.
Il Riquadro n. 19, infine, èdestinato ad accogliere i dati anagrafici di eventuali ausiliari dell’imprenditore: l’institore e il procuratore.

Compilare il Modello I1 – 5°

burocrazia

I riquadri successivi del Modello I1 sono molto intuitivi e si compilano abbastanza rapidamente.

Nel Riquadro n. 12 va indicato l’importo complessivo che si prevede di investire nell’impresa, purchè l’attività  esercitata sia – anche in via non esclusiva – di tipo commerciale.

Non ènaturalmente richiesto di indicare la cifra esatta fino al centesimo: èsufficiente un grado di approssimazione al migliaio di euro.

Va anche detto che questo dato ha un’importanza obiettivamente minore: èdifficile ipotizzare la contestazione di una violazione se la previsione risultasse errata, a meno che la differenza non sia spropositata.

Compilare il Modello I1 – 4°

Nei successivi due riquadri del Modello I1 – solitamente alternativi fra loro – la descrizione dell’attività  diviene pi๠analitica rispetto alla pi๠sintetica indicazione offerta con il codice attività  nel settimo riquadro, visto in precedenza.

Il Riquadro n. 8, infatti, ècostituito da righe libere nelle quali descrivere con sufficiente grado di dettaglio l’attività  svolta, nell’ipotesi che essa sia di tipo commerciale.

Se invece essa èagricola, occorre far riferimento al Riquadro n. 9.

Compilare il modello l1 – 3°

modulistica

Nel quinto riquadro del Modello I1, occorre dare conto della sede dell’impresa.
Con “sede” si fa sempre riferimento al luogo effettivo di esercizio dell’attività  dell’impresa.

Laddove l’attività  fosse esercitata in pi๠luoghi, occorre identificare il luogo principale, e compilare il Modello UL per indicare le altre.

Nell’indicazione della sede bisogna fornire l’indirizzo completo e possibilmente – ma non obbligatoriamente – anche altri dati utili come telefono, fax, sito web e indirizzo di posta elettronica.

Compilare il modello l1 – 2°

modulistica

Proseguendo nella compilazione del Modello I1, occorre prestare attenzione al quarto riquadro, dove occorre indicare la ditta che si intende impiegare.

Questa èdefinita come la denominazione con cui l’impresa si presenta nei confronti dei terzi, e che dovrà  comparire nelle fatture e in ogni altro documento emesso o riferito all’impresa.

La ditta deve essere caratterizzata da verità  e novità .

Il principio di verità  comporta che in essa compaia almeno il cognome, o la sigla dell’imprenditore.