Novità  decreto liberalizzazioni 2012

Il decreto liberalizzazioni, corredato da un vero e proprio maxiemendamento contenente ben 1.700 modifiche strutturali al testo a suo tempo  approvato dal Governo Monti, avrebbe finalmente cominciato il proprio iter legislativo che, entro e non oltre il 24 marzo 2012, dovrà  trasformarlo in legge pena il decadimento dello stesso.

Vediamo dunque le novità  che, con ogni probabilità , verranno inserite nel testo definitivo della futura legge italiana sulle liberalizzazioni che, stando alle indiscrezioni della vigilia, verrà  quasi sicuramente approvato con voto di fiducia.

Problemi e prospettive dei bed & breakfast

Stando ai dati diffusi dall’Associazione Nazionale dei bed & breakfast (ANBBA), nel 2008 gli esercizi aperti in tutta Italia erano oltre diciottomila, per la quota di quasi centomila posti-letto.

Numeri imponenti, pressochè raddoppiati rispetto a solo cinque anni prima, e in continua crescita. Spazi di mercato ce ne sono ancora, ma il rischio di prossima saturazione non èremoto.

Apertura domenicale, un successo dello shopping

supermercato

Il Testo Unico sul Commercio stabilisce regole severe e piuttosto complesse sulle aperture domenicali degli esercizi commerciali, demandando in buona parte la regolamentazione alle autorità  locali.

Tuttavia, da parte dei negozianti e dei supermercati si chiede con sempre maggiore insistenza una totale liberalizzazione su orari e giorni di apertura.