Debiti delle famiglie italiane in aumento

L’ufficio studi della CGIA di Mestre (VE) ha sfornato una nuova analisi, che questa volta ha preso in esame il livello di indebitamento delle famiglie italiane.

L’indagine prende in considerazione tutte le fonti d’indebitamento familiare: mutui, credito al consumo, dilazioni per l’acquisto di automobili e arredi ecc.

Se èconfermato che i nostri connazionali hanno una notevole tendenza al risparmio e dunque (per fortuna) si mantengono nettamente al di sotto dei livelli di indebitamento tipici degli altri Paesi occidentali, èpur vero che comunque, anno dopo anno, il debito privato tende ad aumentare.

Crolla il credito al consumo

finanziamento e credito al consumo

Il credito al consumo nel nostro Paese ha sempre avuto una dimensione molto ridotta rispetto ai Paesi anglosassoni, ma negli ultimi anni si era comunque assistito ad una crescita imperiosa e che pareva inarrestabile: segno che i cittadini avevano iniziato a conoscere e ad apprezzare questa soluzione finanziaria per le loro spese di media entità  (automobile, elettrodomestici, arredamento ecc.).

Sale l’indebitamento delle famiglie italiane

indebitamento

In questi lunghi mesi di crisi, i mass-media hanno ripetuto tante volte che le famiglie italiane sono molto meno esposte ai debiti di quanto non lo siano quelle di altri Paesi, in confronto soprattutto con gli Stati Uniti.

Questo ècertamente vero e ha consentito al nostro Paese di sopportare l’impatto della recessione in misura meno pesante che altrove; èanche vero, perà², che con il passare degli anni il livello dell’indebitamento degli italiani sta via via crescendo.