by GianniPug Commenta

Gli assegni familiari sono dei contributi economici a sostegno del reddito dei lavoratori dipendenti, qualora questi abbiano un nucleo familiare...

Gli assegni familiari sono dei contributi economici a sostegno del reddito dei lavoratori dipendenti, qualora questi abbiano un nucleo familiare composto da più persone e i cui redditi risultano essere inferiori ad una determinata soglia.

Ai fini dell’ottenimento degli assegni familiari si considerano facenti parte del nucleo familiare: colui che richiede l’assegno; il coniuge non separato; i figli di età inferiore ai 18 anni; i figli di età compresa tra i 18 e i 21 anni, o di età inferiore ai 26 anni in caso di nuclei familiari con più di tre figli, purchè siano studenti o apprendisti; i figli maggiorenni inabili; i fratelli, le sorelle e i nipoti del richiedente qualora abbiano un’età inferiore ai 18 anni o superiore ai 18 anni ma inabili, orfani di entrambi i genitori e non aventi diritto alla pensione riconosciuta ai superstiti.


Per ottenere gli assegni familiari occorre compilare apposito modulo di domanda (scaricabile in fondo al post) e consegnarlo al datore di lavoro.

In presenza di determinate condizioni al modulo deve essere allegata l’autorizzazione rilasciata dall’Inps tramite modello ANF43, necessaria nei seguenti casi: figli e equiparati di genitori legalmente separati o divorziati; figli naturali; figli del coniuge nati dal precedente matrimonio; figli di età compresa tra i 18 e i 21 anni o di età inferiore ai 26 anni in caso di nuclei familiari con più di tre figli, purchè siano studenti o apprendisti; fratelli, sorelle e nipoti a carico del richiedente; familiari maggiorenni inabili in assenza della documentazione sanitaria che attesta lo stato di invalidità al 100%; familiari residenti all’estero di cittadino italiano, comunitario o cittadino straniero di Stato convenzionato; minori affidati a strutture pubbliche e collocati in famiglia.