Home » Ricevuta per vendita occasionale di manufatto

Ricevuta per vendita occasionale di manufatto

Non tutti hanno partita iva e non tutti quindi sono venditori professionisti, ma alle volte può capitare di voler vendere un prodotto realizzato in proprio come ad esempio un quadro o un vestito. Una vendita di questo tipo viene definita come vendita occasionale e quindi fuori dal campo IVA.

Il venditore deve semplicemente emettere una ricevuta (simile al modello per prestazione occasionale) in cui dichiara di vendere occasionalmente un prodotto.



Il venditore deve inserire i propri dati e quelli dell’acquirente, la data, il prezzo di vendita e la descrizione del prodotto e in fondo, prima della firma, è doveroso applicale una marca da bollo da 1,81 euro.

In fondo alla pagina, basta inserire una frase che identifica in maniera univoca la cessione che si sta per fare: “corrispettivo relativo a cessione di beni compiuta quale attività commerciale occasionale di cui all’art. 67 del DPR 917/86“. Ovviamente l’operazione va inserita nella dichiarazione dei redditi nella voce altri redditi e non è consentito superare i 5000 euro all’anno.

Il discorso vale anche nel caso in cui il venditore vende ad un’azienda. Vendere ad un privato o ad una azienda in questo caso è la stessa cosa.