L’Unione Europea multerà Apple per elusione fiscale

di GianniPug Commenta

In Irlanda la Apple è accurata di aver ricevuto aiuti finanziari dal governo locale. Questa accusa è stata di recente smentita anche dai vertici dell' azienda ma la questione è ancora in sospeso.

Una delle più grandi aziende dei new media, la Apple, che nelle ultime settimane ha raggiunto un altro successo planetario in seguito al lancio del può nuovo modello di iPhone, avrà presto di che discutere con la Commissione Europea, la quale ha intenzione di inviare una multa di diversi miliardi di euro al grande gigante della tecnologia.

La Apple è infatti finita nel mirino della Unione Europea a causa della sua gestione fiscale. La vicenda non è del tutto nuova e i paesi membri ne hanno discusso al G20. Da tempo infatti il grande colosso di Cupertino è in sospetto di pratiche di evasione fiscale per quanto avvenuto in Irlanda.

Nuove norme a contrasto dell’evasione fiscale

In Irlanda infatti la Apple è accurata di aver ricevuto aiuti finanziari dal governo locale. Questa accusa è stata di recente smentita anche dai vertici dell’ azienda in quanto il capo dell’ amministrazione finanziaria ha assicurato che in nessun modo il rapporto tra il colosso della tecnologia e il governo irlandese può configurarsi come un rapporto basato su aiuti finanziari di stato. Eppure la questione è molto sottile e di certo la tarderà a scaturire una gestione di tipo legale.

Il commercio dei prodotti contraffatti vale 7 miliardi in Italia

Il nodo del problema consiste nel fatto che da tempo l’ Irlanda ha assicurato una politica molto espansiva nei confronti dei capitali stranieri, concedendo alle imprese che hanno investito nel paese condizioni più che allettanti dal punto di vista fiscale. Si deve pensare infatti che degli ultimi anni il governo irlandese ha concesso alla Apple la possibilità di pagare vecchia aliquota fiscale pari al 2 per cento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>