Cartelle esattoriali via PEC, potrebbero essere nulle

di GianniPug Commenta

Il fisco o meglio la legge, annuncia che le cartelle esattoriali spedite tramite posta elettronica certificata, quindi tramite PEC, potrebbero essere nulle. Ecco i termini della sentenza che fa discutere e fa sperare. 

La notifica delle cartelle esattoriali via PEC da giugno sarà obbligatoria verso imprese e professionisti ma oggi, dopo una sentenza si potrebbe dover modificare la normativa perché manca la garanzia di conformità all’originale e di effettiva ricezione. Come si va avanti?

DDL annullamento cartelle Equitalia in discussione al Senato

La cartella esattoriale con notifica via posta elettronica certificata (PEC) ha suscitato le perplessità dei magistrati della CTP di Napoli, che in una sentenza recente hanno espresso “ragionevoli perplessità” sulla sua validità. Contro il sistema in questione si sono schierate anche le associazioni di contribuenti. Sembra infatti che sia contraria all’invio delle cartelle via PEC anche l’Associazione Italiana Contribuenti, secondo cui

la posta elettronica certificata non offre le garanzie tipiche della raccomandata tradizionale e non contiene l’originale della cartella, ma solo una copia informatica priva di attestazione di conformità. Insomma, una sorta di semplice copia di dubbio valore giuridico perché non garantisce la piena aderenza all’originale.

Ma il vero problema che poi abbiamo già citato in apertura, è un altro. Tutto ruota infatti attorno alla modalità di consegna: con l’invio tramite PEC, infatti, non sarebbe garantita la prova dell’effettivo ricevimento da parte del destinatario perchè l’attestazione di spedizione e di immissione della mail nella casella del destinatario è fornita solo da un sistema informatico automatizzato. Il che vuol dire che non si potrebbe arrivare alla conclusione che il contribuente in difetto è stato avvisato dei suoi errori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>