Miliardari, la classifica Bloomberg del 2017

di Emma Commenta

I ricchi diventano sempre più ricchi: questo in sostanza è quanto emerge dalla classifica Bloomberg 2017 sugli uomini più ricchi del mondo. 

Nel corso del 2017 i 500 Paperoni presi in considerazione sono diventati ancora più ricchi aumentando del 23% la loro fortuna.

Il più ricco del mondo è  Jeff Bezos, fondatore di Amazon che vanta una fortuna di  99,6 miliardi di dollari e che nel corso dell’anno si è addirittura arricchito di 34,2 miliardi di dollari superando il patron di Microsoft.

Bill Gates con 91,3 miliardi di dollari deve accontentarsi del secondo posto, mentre il terzo posto viene conquistato da Warren Buffett con 85 miliardi; quarto posto per Amancio Ortega patron di Zara con 75,5 miliardi, quinto posto per Mark Zuckerberg con 72,6 miliardi.

Il primo italiano della lista dei paperoni a livello internazionale è Giovanni Ferrero, alla posizione numero 33 che vanta un patrimonio di 24,2 miliardi, seguito da Leonardo del Vecchio, fondatore di Luxottica, in posizione numero 37 con 22,5 miliardi. Presenti in classifica anche Paolo Rocca della Techint  con 9,15 miliardi, Silvio Berlusconi, con 8,5 miliardi, Giorgio Armani, con 8,16 miliardi. Sono ben 38 i miliardari cinesi, 27 i miliardari russi anche se i più ricchi sono gli americani (ben 159 in classifica) che si sono arricchiti del 18% rispetto allo scorso anno. Ma se i più ricchi sono sempre gli stessi è anche vero che qualcuno si è impoverito, seppure relativamente: sono 58 i miliardari che hanno visto calare il proprio patrimonio, tra cui il magnate della telecomunicazioni Patrick Drahi (che ha registrato un -39% perdendo 6,3 miliardi) e il principe saudita Alwaleed Bin Talal (con un -1,9 miliardi perdendo 17,8 miliardi).

 

photo credits | instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>