Salone della moto 2009 a Milano

di Giuseppe Aymerich Commenta

Ha aperto i battenti martedì 10 e li chiuderà domenica 15 il salone della moto di Milano, giunto ormai alla sessantasettesima edizione..

eicma

Ha aperto i battenti martedì 10 e li chiuderà domenica 15 il salone della moto di Milano, giunto ormai alla sessantasettesima edizione.

La manifestazione fieristica, denominata anche con la sigla Eicma, capita stavolta in un anno molto particolare, con i principali eventi concorrenti in Europa posti fuori gara: la biennale di Colonia cadrà nel 2010, la fiera di Parigi è stata annullata per profonde difficoltà organizzative.


Anche quella di Milano, comunque, non è la più la più indimenticabile delle edizioni: le due principali case costruttrici giapponesi (Honda e Yamaha) hanno scelto di disertare la manifestazione. In compenso, non mancano all’appello le altre grandi marche: Suzuki, Bmw, Kawasaki e anche le nostre Piaggio e Malaguti. Bisogna poi tenere conto delle tante società legate all’indotto, alla componentistica, agli accessori.
In tutto, ad Eicma partecipano quasi cinquecento espositori provenienti dall’Italia e da trenta nazioni estere, distribuiti in un totale di sei padiglioni nell’area della fiera di Rho – Pero.

La crisi globale ha colpito duramente il settore motociclistico, e gli incentivi avanzati in Italia e negli altri Paesi per favorire l’acquisto di nuovi mezzi, possibilmente ecologici, e per rottamare i vecchi non hanno ottenuto risultati apprezzabili.


Il discorso colpisce in misura uguale tanto le motociclette quanto i ciclomotori. Un contributo per una svolta potrebbe offrirla l’esposizione chiamata “Green Planet”, dedicata alla presentazione dei veicoli elettrici o comunque rispettosi dell’atmosfera.
Fra i momenti meno impegnati e più di evasione, invece, si collocano le esibizioni di supercross ed enduro, compiute da piloti e stuntmen professionisti in un campo di gara appositamente predisposto.

Rispondi