Immobili dei professionisti: tassazione dal 2007

di Giuseppe Aymerich Commenta

Per gli immobili che i professionisti hanno acquistato nei periodi di imposta dal 2007 al 2009, il Governo Prodi aveva..

casa di legno

Per gli immobili che i professionisti hanno acquistato nei periodi di imposta dal 2007 al 2009, il Governo Prodi aveva previsto, in via sperimentale, di ritornare alla disciplina prevista per le imprese, con l’adozione dell’ammortamento del costo storico al 3% annuo.

Vi è stata però un’importante restrizione: fino al 2009, infatti, era deducibile solo un terzo della quota di ammortamento (mentre per le quote che emergeranno dal 2010 in poi, non vi saranno restrizioni).


Nel frattempo, il cambio del Governo ha posto tacitamente fine alla sperimentazione. In assenza di nuove previsioni legislative, dobbiamo presumere che per gli immobili acquistati dal 1° gennaio 2010 in poi si torna alla normativa precedente, con l’indeducibilità del costo storico e l’esenzione della rendita catastale dai redditi fondiari.

Il Governo precedente, però, aveva fissato anche un’altra regola, tuttora vigente, da applicarsi per gli immobili ammortizzabili (e dunque quelli acquistati fino al 14 giugno 1990 e nel triennio 2007-09): dal costo storico va scorporato il valore del terreno su cui l’immobile insiste. Se non è stato acquistato a parte (cosa estremamente probabile), gli si deve attribuire il valore del 20% del costo storico. Poiché i terreni, per antica regola di ragioneria, non sono ammortizzabili, ciò significa che il processo di ammortamento (con le relative deducibilità) può interessare solo il rimanente 80% del costo d’acquisto.


Facciamo un esempio: un dentista ha acquistato lo studio il 16 aprile 1987, sostenendo un costo storico complessivo pari agli attuali 300.000 euro. Scorporando il valore del terreno (ovviamente non acquistato a parte), pari al 20% e cioè a 60.000 euro (totalmente indeducibili), rimane un costo ammortizzabile di 240.000 euro. Ciò significa che, al tasso del 3% annuo, anche nel 2010 dedurrà la quota di ammortamento di € 7.200.

Rispondi