Tagli alla sanità nella Spending review

di Vito Verna Commenta

Di tutto questo, naturalmente, parleremo nei nostri prossimi articoli, cosi da consentirvi di avere una panoramica quanto più precisa ed ampia possibile delle decisioni adottate dal Governo Monti a partire dai tagli, davvero molto sostanziosi e consistenti, ai danni del Servizio Sanitario Nazionale.

Tagli alla sanità nella Spending review

Come voi tutti certamente saprete il decreto legge sulla Spendig review varato nel corso della notte, dopo il via libera del Senato della Repubblica di pochi giorni fa, dal Consiglio dei Ministri, e pubblicato già stamane sulla Gazzetta Ufficiale, sarebbe divenuto effettivo a tutti gli effetti e, a partire da oggi, comincerà a far risparmiare allo Stato Italiano ben 26 miliardi di euro nel corso dei prossimi 3 anni.

IMPORTO SANZIONI IVA 2012

Ciò avverrà, come ribadito in più di un’occasione dai diretti interessati, grazie alla razionalizzazione ed alla completa e totale riorganizzazione delle risorse messa a disposizione da ciascun Ministero che, in questi ultimi mesi, avrebbe avuto tempo e modo di individuare le voci di spesa non strettamente necessarie così da eliminarle definitivamente.

NUOVO LIMITE COMPENSAZIONE IVA DA APRILE 2012

Di tutto questo, naturalmente, parleremo nei nostri prossimi articoli, cosi da consentirvi di avere una panoramica quanto più precisa ed ampia possibile delle decisioni adottate dal Governo Monti a partire dai tagli, davvero molto sostanziosi e consistenti, ai danni del Servizio Sanitario Nazionale.

OBBLIGHI FISCALI PARTITA IVA

Nonostante, dunque, in extremis sia stato deciso di non chiudere nessuna, per quanto piccola e dispendiosa, struttura ospedaliera pubblica, la sanità vedrà un progressiva riduzione delle spese che le Regioni e le singole aziende ospedaliere di tutta Italia potranno effettuare annualmente.

Spese, naturalmente, che in massima parte riguarderebbero la compravendita dei più differenti beni e servizi tra i quali sarebbero da annoverare i farmaci ed  dispositivi medici della più differente naturale.

Precedentemente a questa fase, come ormai noto, ve ne sarà una di adeguamento durante la quale beni e servizi acquistati dal Servizio Sanitario Nazionale godranno di ulteriore sconto, rispetto a quanto già oggi avverrebbe e grazie anche all’eventuale rinegoziazione dei contratti già in essere, addirittura equivalente al 5%.

A venir ridotta sarà, già a partire dal 2012, anche le possibilità che i soggetti privati accreditati acquistino prestazioni mediche a condizioni agevolate.

Rispondi