Modelli INTRA anche con Entratel

di Giuseppe Aymerich Commenta

Dal 2010 è divenuto molto più pressante rispetto al passato l’obbligo di inviare i modelli INTRA-1 e INTRA-2..

Entratel

Dal 2010 è divenuto molto più pressante rispetto al passato l’obbligo di inviare i modelli INTRA-1 e INTRA-2 per comunicare all’Agenzia delle Dogane le operazioni di acquisto e cessioni con fornitori e clienti situati in altre nazioni dell’Unione Europea.

Fra le tante novità più importanti, ricordiamo la trasformazione del canale telematico come unica strada per ottemperare all’obbligo.


A partire dalle comunicazioni riferite alle operazioni di gennaio, infatti, è stata soppressa la possibilità di presentare il modello cartaceo agli uffici doganali, mentre, a partire da maggio, scompare anche la possibilità di predisporre un file e portarlo ai medesimi uffici con una periferica di massa (pennina USB, compact disc ecc.). L’unica possibilità rimasta, dunque, è quella di inviare anche i modelli INTRA via web.

Da lunedì 10 maggio, comunque, i canali telematici sono raddoppiati. Accanto alla strada maestra, costituita dall’ottenere l’abilitazione ai servizi telematici dell’Agenzia delle Dogane, è infatti ora divenuto possibile utilizzare anche il più conosciuto canale Entratel dell’Agenzia delle Entrate, già utilizzato comunemente da contribuenti e intermediari per la grande generalità delle dichiarazioni fiscali.


A questo punto, quindi, imprese individuali, società, professionisti ed enti vari possono liberamente scegliere se abilitarsi ad uno oppure all’altro dei canali telematici (o, perché no, ad entrambi) e impiegarli per la trasmissione delle comunicazioni. Che il sistema Intrastat avrebbe debuttato in Entratel, in realtà, era già stato ventilato, ma va riconosciuto che la realizzazione tecnica è stata portata a termine in tempi alquanto più rapidi di quanto ci si aspettasse.

Le peculiarità dell’invio mediante Entratel: prima dell’invio, ogni modello dev’essere controllato tramite l’apposito software messo a disposizione dall’Agenzia delle Entrate; in ogni invio è possibile spedire più comunicazioni distinte (fino a mille); al contrario del sistema delle Dogane, in Entratel non sono previsti invii di prova.

Rispondi