Modello S1: articolo atto costitutivo

di Giuseppe Commenta

Nell’analisi condotta in relazione alle modalità di compilazione del Modello S1, rimane da compilare un ultimo riquadro..

Nell’analisi condotta in relazione alle modalità di compilazione del Modello S1, rimane da compilare un ultimo riquadro principale e alcuni campi conclusivi.

Il Riquadro n. 18 chiede di indicare l’articolo dell’atto costitutivo o dello statuto nel quale sono stabilite le regole di ripartizione di utili e perdite fra i soci nelle società personali.

In genere, essi sono suddivisi in proporzione ai rispettivi conferimenti, salvo un eventuale patto contrario (cui fa appunto riferimento il Riquadro n. 18);



come regola generale, tale patto è sempre ammesso, a meno che non violi l’invalicabile divieto del cosiddetto patto leonino (art. 2265 cod.civ.). Tale patto, che prende il nome dalla celebre favola di Fedro (“La parte del leone”), è quello per il quale uno o più soci sono del tutto esclusi dagli utili o dalle perdite: un accordo del genere, pertanto, è vietato, e se stipulato ugualmente è radicalmente nullo.

Va specificato che per questo riquadro, come per ogni altro eventualmente compilato da una società semplice sorta con contratto verbale, poiché di fatto non esiste un articolo da poter indicare, l’ordinaria compilazione è sostituita dall’allegazione del cosiddetto “Foglio Aggiunto”, nel quale trascrivere integralmente le informazioni richieste.

In chiusura del modello, come già precisato, occorre infine compilare alcuni campi conclusivi. In particolare, si susseguono nell’ordine: un campo libero destinato ad accogliere eventuali note aggiuntive; la precisazione del numero e della tipologia dei documenti allegati (per esempio, il più volte citato “Intercalare P”);

nome, cognome e sottoscrizione del soggetto che presenta il modello; nome, cognome e sottoscrizione di tutte le persone che per legge devono depositare la propria firma (come gli amministratori di una società per azioni); e infine, i dati per identificare i suddetti firmatari: il numero del documento di riconoscimento di ciascuno di essi, nonché l’indicazione della data e dell’autorità di rilascio.

Rispondi