Agevolazioni start up innovativa

di Vito Verna Commenta

Dopo aver accuratamente descritto le caratteristiche ed i fondamentali requisiti che ogni innovativa impresa italiana dovrebbe accuratamente possedere, al momento della costituzione, per poter venir definita quale una vera e propria start up innovativa o iSrl vediamo ora le agevolazioni delle quali potrebbero godere.

Agevolazioni start up innovativa

Dopo aver accuratamente descritto le caratteristiche ed i fondamentali requisiti che ogni innovativa impresa italiana dovrebbe accuratamente possedere, al momento della costituzione, per poter venir definita quale una vera e propria start up innovativa o iSrl, che insieme alla banda larga ed all’Agenda Digitale, rappresenta uno dei più importanti capisaldi dell’evoluzione tecnologica ed economica italiana, vediamo ora le agevolazioni delle quali potrebbero godere non solamente le start up in quanto tali bensì anche tutti coloro i quali, credendo in un particolare progetto, diventino incubatori piuttosto che investitori di una o più iSrl italiane.

iSRL E BANDA LARGA SALTANO DAL DECRETO SVILUPPO

Le agevolazioni, concesse in deroga al diritto societario, delle quali potranno godere sia le start up innovative che gli incubatori d’impresa sono rappresentate dalla possibilità:

  • di essere esonerati dal pagamento delle imposte di bollo
  • di essere esonerati dal pagamento dei diritti di segreteria per l’iscrizione al registro delle imprese
  • di essere esonerati dal pagamento del diritto annuale di iscrizione alle Camere di Commercio
  • di estendere, per un periodo di tempo complessivamente inferiore ai 12 mesi, le chace di ricapitalizzazione delle perdite che superino il 30% del capitale
  • di prevedere diritti partecipativi differenti
  • di prevedere quote senza diritto di voto
  • di prevedere quote con diritto di voto non proporzionale
  • di essere oggetto di offerta al pubblico di prodotti finanziari
  • di distribuire quote ai dipendenti nell’ambito dei più differenti piani di incentivazione aziendale
  • di venir remunerate con strumenti finanziari o agevolazioni fiscali
  • di usufruire di un contratto di lavoro a tempo determinato, specificamente creato in deroga alla riforma del lavoro del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali Elsa Fornero, automaticamente rinnovabile sino a 4 anni
  • di usufruire di forme di finanziamento innovative quali il crowdfunding

QUANTO COSTA AVVIARE UNA SRL A UN EURO

NUOVE REGOLE FINANZIAMENTI UE PMI

Photo Credits | Getty Images

Rispondi