Iva per cassa istruzioni dall’Agenzia delle Entrate

di Stefania Russo Commenta

L'Agenzia delle Entrate ha pubblicato sul suo sito internet un depliant informativo sul regime Iva per cassa, ossia il nuovo...

L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato sul suo sito internet un depliant informativo sul regime Iva per cassa, ossia il nuovo regime facoltativo in vigore dal 1° dicembre 2012 che consente di versare l’Iva sulle vendite solo nel momento in cui si incassa il corrispettivo dal cliente, nonché di detrarre l’Iva sugli acquisti solo nel momento in cui si paga il fornitore.

L’imposta è esigibile e detraibile una volta trascorso un anno dall’operazione, mentre chi riceve fattura con la dicitura “Iva per cassa” può detrarre subito l’imposta, a meno che a sua volta non abbia scelto di usufruire del medesimo regime.


Possono scegliere di passare al regime per cassa: coloro che nell’anno precedente hanno realizzato un volume d’affari non superiore a 2 milioni di euro; coloro che vendono beni o prestano servizi oltre che a soggetti privati anche a soggetti che esercitano un’attività di impresa, arte o professione; coloro che non si avvalgono di un regime speciale Iva.

Chi sceglie di avvalersi di tale regime non deve inoltrare alcuna comunicazione preventiva, in quanto la scelta si deduce dal comportamento che si adotta nella liquidazione periodica dell’imposta e viene formalizzata con dichiarazione annuale Iva (quadro VO) relativa all’anno in cui è stata effettuata la scelta.

Coloro che iniziano una nuova attività possono avvalersi di tale regime se prevedono che il volume d’affari non supererà i due milioni di euro. In caso di superamento di tale limite si esce dal regime di cassa già a partire dal mese successivo a quello in cui è stata superata la soglia.

DEPLIANT INFORMATIVO IVA PER CASSA

Rispondi