Agevolazioni fiscali disabili

di Stefania Russo Commenta

La normativa tributaria riconosce ai soggetti disabili determinate agevolazioni fiscali. Tra queste figurano le agevolazioni previste per l'acquisto..

La normativa tributaria riconosce ai soggetti disabili determinate agevolazioni fiscali. Tra queste figurano le agevolazioni previste per l’acquisto dei veicoli e consistenti in una detrazione Irpef pari al 19% della spesa sostenuta.

I soggetti ammessi a beneficiare di questa agevolazione fiscale sono: non vedenti e sordi; disabili con handicap psichico o mentale titolari dell’indennità di accompagnamento; disabili con grave limitazione della capacità di deambulazione o affetti da pluriamputazioni; disabili con ridotte o impedite capacità motorie.


Per poter utilizzare di questo beneficio è necessario che il veicolo sia utilizzato in via esclusiva o a prevalente beneficio della persona invalida, inoltre è possibile fruire di tale agevolazione una sola volta nell’arco di un quadriennio e per una somma massima non superiore ai 18.075,99 euro.

AGEVOLAZIONI FISCALI AI DISABILI PER ACQUISTO AUTO

Oltre alla detrazione Irpef nella misura pari al 19% della spesa sostenuta, i soggetti disabili rientranti in una delle categorie sopra indicate hanno anche diritto all’applicazione dell’Iva agevolata al 4% sull’acquisto di autovetture, all’esenzione dal pagamento del bollo auto e all’esenzione dall’imposta di trascrizione sui passaggi di proprietà.

Altra agevolazione fiscale concessa ai soggetti disabili consiste nella detrazione Irpef del 19% delle spese sostenute per gli addetti all’assistenza. Tale detrazione spetta esclusivamente ai soggetti che non sono autosufficienti in relazione al compimento di atti di vita quotidiana ed è calcolabile su un ammontare non superiore a 2.100 euro, purchè il reddito complessivo del contribuente non superi i 40.000 euro.

Per l’acquisto dei mezzi di ausilio necessari alla deambulazione e al sollevamento dei disabili è prevista sia la detrazione Irpef del 19% che l’aliquota Iva agevolata al 4%. Tale aliquota Iva agevolata è prevista anche per l’acquisto di sussidi tecnici ed informatici destinati a facilitare l’autosufficienza e l’integrazione dei soggetto disabili, in particolare rientrano in tale categorie tutti quei sussidi che possono essere utilizzati a beneficio delle persone con menomazioni permanenti di natura visiva, motoria, uditiva o del linguaggio e che abbiano come scopo quello di facilitare la comunicazione interpersonale, l’elaborazione grafica, il controllo dell’ambiente, l’accesso all’informazione e alla cultura.

DOMANDA ESENZIONE BOLLO AUTO DISABILI

Alcune agevolazioni fiscali sono inoltre previste esplicitamente a favore dei soggetti non vedenti, i quali hanno diritto: alla detrazione Irpef del 19% sulle spese sostenute per l’acquisto del cane guida; ad una detrazione forfettaria di 516,46 euro per le spese sostenute per il mantenimento del cane guida; all’applicazione dell’aliquota Iva agevolata al 4% per l’acquisto di determinati prodotti editoriali destinati ad essere utilizzati da non vedenti o da ipovedenti.

Per i soggetti sordi è invece prevista la detrazione Irpef del 19% sulle spese sostenute per i servizi di interpretariato.

Fino al 31 dicembre 2012, inoltre, i soggetti disabili hanno diritto alla detrazione Irpef del 19% sulle spese sostenute per ristrutturazioni edilizie finalizzate all’eliminazione di barriere architettoniche o per la realizzazione di strumenti destinati a favorire la mobilità interna ed esterna dei soggetti portatrici di handicap grave (montacarichi, ascensori, ecc.).

Rispondi