Accertamento fiscale con adesione

di Giuseppe Commenta

Una volta che la procedura è stata seguita fino in fondo, e che si è giunti all’accordo fra le parti, è emesso..

accertamento delle tasse

L’istituto è applicabile ad una generalità di tributi, ma in linea di massima esso trova principale applicazione per le imposte dirette e per l’IVA.

Come già accennato, il punto focale della questione è la definizione concordata fra il contribuente e l’Amministrazione Finanziaria sulle imposte effettivamente dovute in relazione ad un dato periodo d’imposta oggetto dell’azione di accertamento dell’Agenzia delle Entrate. Dopo un contraddittorio fra le parti, si arriva alla formulazione di una proposta, cui seguirà per l’appunto l’“adesione” del contribuente.


Normalmente, la procedura è avviata direttamente dall’Agenzia delle Entrate, allorché essa ha iniziato un controllo sostanziale sul contribuente, soprattutto quando essa è basata non su elementi analitici bensì su indizi meno certi e sfumati, come gli studi di settore. Invece di emettere, dunque, un avviso di accertamento (che sarebbe presumibilmente contestato dal contribuente), l’Agenzia invia a quest’ultimo un invito a comparire, per dar vita al contraddittorio e alla definizione concordata della questione.

Ma la procedura può essere avviata anche su istanza del contribuente, quando quest’ultimo abbia subito accessi e ispezioni da parte della Guardia di Finanza, ma i cui esiti non siano ancora stati “ratificati” da un avviso di accertamento; o ancora, nell’ipotesi in cui sia giunto quest’avviso ma senza che l’Amministrazione Finanziaria abbia inviato al contribuente un invito a comparire secondo la procedura indicata.


Una volta che la procedura è stata seguita fino in fondo, e che si è giunti all’accordo fra le parti, è emesso un atto di adesione contenente le conclusioni cui esse sono arrivate: la quantificazione del debito d’imposta, degli interessi maturati e delle sanzioni. E l’incentivo per il contribuente risiede proprio su queste ultime, che sono ridotte ad un quarto del minimo previsto ordinariamente; e persino in ambito penale, si può godere di notevoli sconti di pena.

Rispondi