Gruppi d’acquisto in forte espansione

di Giuseppe Aymerich Commenta

I gruppi d’acquisto sono quei raggruppamenti di persone che decidono di acquistare insieme uno stesso prodotto o insieme..

frutta_archeologica

I gruppi d’acquisto sono quei raggruppamenti di persone che decidono di acquistare insieme uno stesso prodotto o insieme di prodotti con lo scopo di ottenere prezzi più convenienti.
Per esempio, molti consumatori apprezzano l’agricoltura biologica, ma i prezzi sono talvolta un po’ troppo elevati: così, possono mettersi d’accordo in tanti e uno di loro provvederà a recarsi direttamente dal contadino o ai mercati generali per acquistare un grosso quantitativo di merce da dividere fra tutti.


Una scelta di questo genere sarebbe troppo complessa per un singolo cittadino, ma assolutamente conveniente se tutto deriva fra un accordo fra venti, cinquanta o cento consumatori.

La convenienza economica dipende da due fattori: saltare gli anelli intermedi della filiera distributiva consente di tagliare il costo destinato a compensare i dettaglianti, e inoltre muoversi in tanti attribuisce al gruppo d’’acquisto una forza contrattuale sconosciuta al singolo cittadino.


Poche aziende sarebbero disposte a rinunciare a guadagnarsi le simpatie di un folto gruppo di consumatori, e questo può consentire di spuntare un ulteriore sconto sul prezzo.

Qualcosa del genere esiste anche a livello di aziende (spesso i distretti industriali si consorziano proprio per fare fronte comune nei rapporti con i fornitori di materie prime o di servizi generali), ma i gruppi d’acquisto propriamente detti sono quelli a livello di consumatore. Per le loro particolari caratteristiche, talvolta a queste associazioni si riconosce l’attributo della solidarietà, e si parla di “gruppi d’acquisto solidale”, o “Gas”.

I Gas oggi censiti in Italia sono 518, per lo più aderenti ad una grande rete (“Retegas”, appunto) che mira a condividere le conoscenze e a favorire l’integrazione fra i singoli gruppi, oltre che a diffonderne la cultura in tutte le città italiane.

Rispondi