Home » Significato voci busta paga

Significato voci busta paga

I lavoratori che ogni mese guardano la propria busta paga senza capire il significato della maggior parte delle voci che compaiono sul cedolino sono molto più numerosi di quanto si possa pensare.

Per questo motivo proponiamo di seguito una sorta di glossario, in modo tale da fornire una breve e sintetica risposta ai quesiti che si pongono ogni mese migliaia di lavoratori.


Qualifica: si riferisce alla mansione svolta dal lavoratore all’interno dell’azienda (es. centralinista, segretaria, programmatore, ecc.)

Livello: rappresenta il livello di inquadramento contrattuale, a cui corrisponde una data retribuzione indicata dal CCNL.

Scatto di anzianità: lo scatto di anzianità è un importo fisso che viene maturato dal lavoratore per il tempo di lavoro prestato presso la stessa azienda. Il periodo di tempo per ogni scatto è previsto dal CCNL.

Minimo contrattuale: rappresenta la paga base e varia in base al contratto collettivo nazionale e al livello di inquadramento.

Quota assorbibile (o superminimo): è una retribuzione aggiuntiva al minimo contrattuale.

Competenze: questa voce rappresenta il valore della retribuzione mediante l’indicazione dei giorni lavorativi previsti dal contratto, lo stipendio giornaliero e il totale mensile.

Rata addizionale regionale: si tratta dell’importo dovuto per l’addizionale regionale, calcolato mediante l’applicazione dell’aliquota stabilita dalla Regione in cui il lavoratore risiede al reddito complessivo determinato ai fini Irpef.

Rata addizionale comunale: si tratta dell’importo dovuto per l’addizionale comunale, calcolato mediante l’applicazione dell’aliquota stabilita dal Comune in cui il lavoratore risiede al reddito complessivo determinato ai fini Irpef.

Totale lordo
: stipendio lordo percepito ogni mese.

Imponibile contributivo sociale: è l’importo base su cui è calcolato il totale dei contributi sociali a carico del dipendente.

Imponibile Irpef: valore su cui sono calcolate le trattenute fiscali.

Irpef lorda: la trattenuta fiscale a cui devono ancora essere sottratte le eventuali detrazioni fiscali.

Deduzioni: sconti fiscali che riducono la base imponibile Irpef.