Biennale CSC: Imprenditori, i geni dello sviluppo

di GianniPug Commenta

Il nostro Paese è formato da tanti piccoli imprenditori, per scelta o per volontà propria. Imprenditori che poi, in molti casi, decidono di ampliare le loro possibilità facendo rete. Si parla di loro in un convegno a Parma organizzato per l’8 aprile da Confindustria

Confindustria introduce così l’argomento dell’evento:

Chi sono gli imprenditori e qual è il loro ruolo nella società? Come sta cambiando il rapporto tra imprenditori e imprese? Le imprese familiari sono un punto di forza o una debolezza del sistema Paese? Come può cambiare la rappresentanza? Sono alcune delle domande al centro del Convegno Biennale del Centro Studi Confindustria, che si terrà a l’8 e il 9 aprile presso le Fiere di Parma.

Di cosa si parlerà? La brochure è chiara e oltre alle domande già indicate se ne pone tante altre, in un ricco programma di conferenze e incontri in tavola rotonda. Spiegano gli organizzatori che si tratta di un tema complesso:

753x270banner-Biennale-CSC-2016-2

Dalla Rivoluzione industriale gli imprenditori sono il motore del cambiamento e dello sviluppo economico. Sono la risorsa essenziale per combinare lavoro e capitale. Una risorsa preziosa ma limitata nel tempo e nello spazio. Una risorsa che è figlia della cultura e dei valori sociali. Puntare sugli imprenditori è fondamentale per uscire dalla crisi, puntando sull’economia reale, e per traghettare la società italiana nel nuovo mondo multipolare e incessantemente
plasmato dalle nuove tecnologie.

Per riuscirci occorre il coinvolgimento di altri soggetti: i lavoratori, i risparmiatori, i cittadini, i consumatori. Concluso il tempo di cammini isolati e di eroici racconti, è ora di essere veramente sistema. È ora di fare insieme.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>