Come diventare operatore socio sanitario

di Filadelfo Scamporrino Commenta

A valere sul biennio 2011-2012, la Regione Toscana ha attivato ben 25 corsi con la finalità di formare proprio gli “OSS”, ovverosia gli operatori socio sanitari.

Come diventare operatore socio sanitario? Ebbene, la risposta in Toscana ce la fornisce l’Amministrazione regionale che, a valere sul biennio 2011-2012, ha attivato ben 25 corsi con la finalità di formare proprio gli “OSS”, ovverosia gli operatori socio sanitari. Presso le Asl della Regione Toscana, ci sono a disposizione ben 750 posti, con il 70% di questi che sono comunque riservati a lavoratori che sono già dipendenti delle Asl, ma che hanno delle qualifiche minori.

In questo modo l’Amministrazione regionale, a fronte di una quota del 30% di nuovi operatori socio sanitari, punta nello stesso tempo ad una riqualificazione del personale già occupato con qualifica quale ad esempio quella di addetto all’assistenza di base, oppure di operatore socio assistenziale.



COME DIVENTARE INFERMIERE

Ai fini dell’accesso ai corsi, che sono a pagamento, occorre essere maggiorenni ed avere quantomeno il diploma della scuola dell’obbligo; rispettati i requisiti di presentazione della domanda, il candidato poi dovrà sostenere un test attitudinale propedeutico alla stesura della graduatoria. A parità di punteggio sarà l’età più bassa il criterio di selezione.

I LAVORI DEL FUTURO

La quota di iscrizione al corso è pari a mille euro a fronte di una durata pari a ben 1.000 ore; per i corsi di riqualificazione, che hanno una durata più breve, la quota di iscrizione è invece pari a 500 euro. Per ogni corso, che prevede sia attività didattica e di laboratorio, sia il tirocinio, i partecipanti saranno minimo quindici e massimo trenta. A livello finanziario, per la realizzazione dei corsi, la Regione Toscana interverrà con un finanziamento complessivo, a favore delle aziende sanitarie, pari a 270 mila euro.

Rispondi