Borse di lavoro per giovani imprenditori

di Vito Verna Commenta

Camera di Commercio di Torino e Compagnia di San Paolo danno vita al progetto Generazione Impresa, grazie al quale stanziare oltre 160 milioni di contributi in favore di imprenditori emergenti.

L’iniziativa, chiamata Generazione Impresa, nasce grazie agli oltre 160 milioni di contributi, resi disponibili sotto forma di borse di lavoro, stanziati dalla Camera di Commercio di Torino e dalla Compagnia di San Paolo.
Sempre all’interno dello stesso filone ideologico sono da annoverare le 8 borse di studio, da oltre 20.000 euro ciascuna, bandite dall’Istituto Superiore Mario Boella.
Lo scopo dichiarato, come apprendiamo dalle parole del responsabile della Camera di Commercio del capoluogo piemontese, è quello di permettere ai giovani e validi ricercatori ed imprenditori italiani, all’indomani del conseguimento di una laurea, la creazione di imprese ad alto contenuto di conoscenza per non lasciar cadere nel vuoto, come fin troppo spesso accade, il sogno di tanti giovani ragazzi di dar vita ad un’azienda dinamica, giovane, tecnologica ed innovativa.


Il bando di concorso, che scadrà il 30 ottobre 2011 e sarà rinnovato, per lo meno per un altro anno ancora, è disponibile sin da oggi sul sito ismb.it.
Ad esso potranno partecipare, però, soltanto canditati che presentino, al momento della richiesta, specifici requisiti.

REQUISITI DI IDONEITA’ PER LA PARTECIPAZIONE AL CONCORSO

– Laurea di secondo livello o dottorato di ricerca

– Età massima inferiore a 35 anni

– Progetto d’impresa preventivamente considerato idoneo da I3P (Incubatore Imprese Innovative Politecnico di Torino)

– Nessuna altro tipo di contributo in essere

– Azienda non ancora creata

Ad ogni progetto d’impresa, inoltre, potrà essere assegnata soltanto una borsa di studio, a prescindere dal numero dei presentatori. I vincitori, inoltre, non potranno mai più partecipare al concorso.

Rispondi