Fondo Rotativo PMI Regione Lazio

di Filadelfo Scamporrino Commenta

I termini per le prenotazioni, infatti, si sono aperti nella giornata di ieri, lunedì 12 settembre, a fronte della scadenza ultima fissata, salvo proroghe, entro e non oltre il 30 dicembre del 2011.

Via libera, nella Regione Lazio, alle prenotazioni telematiche per l’accesso al Fondo Rotativo per le piccole e medie imprese (PMI). I termini per le prenotazioni online, infatti, si sono aperti nella giornata di ieri, lunedì 12 settembre, a fronte della scadenza ultima fissata, salvo proroghe, entro e non oltre il 30 dicembre del 2011.

Nella Regione Lazio il Fondo Rotativo per le PMI, con una dotazione finanziaria pari a 25 milioni di euro, è stato istituito con l’obiettivo di sostenere l’accesso al credito delle piccole e medie imprese per tutta una serie di finalità che spaziano dagli investimenti al rafforzamento della posizione finanziaria, e passando per l’innovazione tecnologica e l’espansione all’estero, ovverosia l’internazionalizzazione del business.



PROGRESS, FINANZIAMENTI EUROPEI PER PMI

La PMI rispettante i requisiti di accesso al Fondo Rotativo, dopo aver effettuato la prenotazione dal sito Internet www.incentivi.lazio.it, avrà quindici giorni di tempo per poi presentare la domanda a Sviluppo Lazio S.p.A., la società cui è stata affidata la gestione del Fondo stesso.

BANDO RICERCA INDUSTRIALE NEL SUD

L’accesso al credito con il Fondo Rotativo PMI Regione Lazio avviene attraverso la concessione di mutui a tasso agevolato che, escludendo l’imposta sul valore aggiunto (Iva), possono arrivare a coprire fino al 100% dell’investimento ritenuto ammissibile.

Ogni PMI richiedente può ottenere da un minimo di 50 mila ad un massimo di 1 milione di euro con un piano di ammortamento avente una durata non superiore ai 60 mesi, ovverosia cinque anni. Per il 50% dell’importo erogato il tasso applicato sulle rate è quello ordinario, mentre per l’altro 50%, grazie alle coperture offerte dalle garanzie messe in campo dalla Regione Lazio, il tasso è pari ad appena lo 0,50%.

Rispondi