Contributi fondo perduto edilizia ad impatto zero

di Filadelfo Scamporrino Commenta

Le domande presentate ed ammissibili saranno evase in ordine cronologico per quel che riguarda la concessione dei contributi secondo la classica procedura cosiddetta a sportello.

Contributi regionali a fondo perduto a favore di privati, organismi e soggetti pubblici, ma anche organismi e soggetti privati senza finalità di lucro che intendono realizzare o ristrutturare edifici ad elevata efficienza energetica, ovverosia ad impatto ambientale quasi zero.

L’idea è venuta in Piemonte all’Amministrazione regionale, che al riguardo, ed in particolare a sostegno dell’architettura e dell’edilizia sostenibile, ha stanziato un plafond iniziale complessivo pari a due milioni di euro.



FINANZIAMENTI PICCOLE IMPRESE PER IL PIANO CASA

La gestione delle risorse è stata affidata alla Finpiemonte S.p.A., società finanziaria pubblica della Regione Piemonte, a fronte dei termini di presentazione delle domande che si sono aperti proprio oggi, giovedì 15 settembre del 2011. Le istanze devono essere presentate alla Finpiemonte in modalità esclusivamente telematica; le domande presentate ed ammissibili saranno tra l’altro evase in ordine cronologico per quel che riguarda la concessione dei contributi secondo la classica procedura cosiddetta a sportello.

Alla domanda occorre poi allegare tutta la documentazione richiesta e prevista dal Bando, tra cui il progetto dell’intervento da realizzare, su edifici da costruire o da ristrutturare, per contenere i consumi di energia, ed anche la copia della relazione tecnica ed economica che descriva in maniera esauriente l’insieme dei costi da sostenere per la realizzazione dei lavori.

MODELLO AUTOCERTIFICAZIONE IVA RISTRUTTURAZIONI

Sul sito Internet della Regione Piemonte è possibile sia prendere visione del Bando, sia scaricare la modulistica unitamente alle linee guida per la compilazione e le FAQ per acquisire le risposte a quelle che di norma sono le domande più frequenti.

Rispondi