Srl a capitale ridotto senza limiti di età

di Stefania Russo Commenta

Il ministero dello Sviluppo Economico nella nota datata 30 agosto 2012, ha chiarito che possono far parte di una Società a responsabilità...

Il ministero dello Sviluppo Economico nella nota datata 30 agosto 2012 ha chiarito che possono far parte di una Società a responsabilità limitata a capitale ridotto anche soci che hanno meno di 35 anni di età, ammettendo al contempo la formulazione ingannevole della normativa.

Il dubbio che tale tipologia di società fosse preclusa agli under 35 era infatti sorto a fronte di quanto previsto dall’articolo 44, comma 1, del Dl 83/202, secondo cui la società a responsabilità limitata a capitale ridotto può essere costituita con contratto o atto unilaterale da persone fisiche che abbiano compiuto i 35 anni di età alla data della costituzione.


Altro dubbio sorto in merito alla disciplina della Srl a capitale ridotto (Srlcr) è stato chiarito sempre attraverso una nota diffusa dal ministero dello Sviluppo Economico, che lo scorso 31 agosto ha sottolineato la differenza tra la Srlcr e la Srls, in quanto la prima non ha uno statuto standard ma deve essere dotata di uno statuto “ordinario”, inoltre non fruisce dei benefici a livelli di costi in quanto occorre pagare gli onorari notarili, l’imposta di bollo e i diritti di segreteria.

La Srlcr , dunque, nasce dall’esigenza di consentire l’avvio di un’attività mediante costituzione di una società anche a coloro che, pur avendo compiuto i 35 anni di età, non dispongono di risorse economiche necessarie per l’apertura di un Srl. In tal caso, infatti, il capitale sociale non deve necessariamente superare i 10.000 euro ma è compreso tra 1 euro e 9.999,99 euro. Come anticipato, tuttavia, in tal caso non è prevista la prestazione gratuita del notaio, per cui occorre tener conto anche di tale costo.

Rispondi