Italia in recessione secondo Confindustria

di Vito Verna Commenta

Poco ci manca, però, se è vero che nemmeno il Governo Monti è riuscito a far adeguatamente fronte all'emergenza, evitare il tracollo, impedire la catastrofe e rimandare, definitivamente, lo spettro della recessione.

Italia in recessione secondo Confindustria

Se non è un vero e proprio bollettino di guerra, quello diramato in queste ore dal Centro Studi di Confindustria, non lo è solamente poiché l’attuale situazione di crisi economica non può a tutti effetti venir definita quale una vera e propria situazione di guerra.

CONTRATTO DI LAVORO A PROGETTO PRE-RIFORMA

Poco ci manca, però, se è vero, come comunicato dai vertici della Confederazione Generale dell’Industria Italiana negli scorsi giorni, che nemmeno il Governo Monti, pur con tutte le proprie impopolari decisioni (reintroduzione dell’Imposta Comunale sugli Immobili sotto forma di Imposta Municipale Unica, manovra salva-Italia e riforma del mercato del lavoro le principali), è riuscito a far adeguatamente fronte all’emergenza, evitare il tracollo, impedire la catastrofe e rimandare, definitivamente, lo spettro della recessione che, ormai da veramente troppo tempo, è inesorabilmente sospeso, col proprio carico di preoccupazioni ed incertezze, sopra ogni cittadino italiano.

NOVITÀ CONTRATTUALI GOVERNO MONTI

Due, a parere degli esperti della più importante associazione tra gli industriali italiana, sarebbero le criticità che il Governo Monti dovrebbe provvedere a risolvere entro la fine del proprio mandato:

CHIARIMENTI INPS RIFORMA DELLE PENSIONI

– la mancanza di posti di lavoro, sempre più evidente a causa del sempre più marcato numero di persone alla ricerca di un qualsiasi posto di lavoro piuttosto che, addirittura, di una seconda occupazione grazie alla quale far fronte alle crescenti difficoltà ed esigenze economiche

– l’erosione dei margini di guadagno delle imprese che, a detta di Confindustria, sarebbe in questi ultimi anni anni decisamente aumentata a causa dei continui aumenti del costo del lavoro.

Rispondi