Maternità a rischio, modulo astensione lavoro

di Francesco Di Cataldo 61

La lavoratrice madre ha ill diritto e dovere di usufruire dell’astensione obbligatoria dal lavoro due mesi prima..

NORMATIVA DI RIFERIMENTO:
Legge 30 dicembre 1971, n. 1204 abrogata dal D. Leg.vo 26 marzo 2001, n. 151 Legge 8 marzo 2000 n. 53.

Scarica il modulo per l’astensione dal lavoro quando la maternità è a rischio:

download modulo

ASTENSIONE OBBLIGATORIA:

La lavoratrice madre ha ill diritto e dovere di usufruire dell’astensione obbligatoria dal lavoro due mesi prima del parto e tre mesi dopo, il trattamento economico è stabilito in base ai CCNL di categoria.

La lavoratrice in stato di gravidanza può optare per lavorare fino ad un mese prima del parto e ad astenersi fino ai quattro mesi dopo, in questo caso la stessa deve fare certificare da un medico specialista le sue buone condizioni di salute e che la sua prosecuzione al lavoro non sia pregiudizievole al suo stato di gravidanza.




L’astensione dal lavoro dopo il parto può essere usufruita dal padre, qualora il bambino venga a lui affidato oppure per grave malattia della madre.

La lavoratrice, entro il 7° mese di gravidanza, deve comunicare il suo stato al datore di lavoro e all’INPS (se lavoratrice nel privato) ed entro trenta giorni dal parto deve comunicare la data della nascita del figlio (va bene anche l’autocertificazione).

Le lavoratrici gestanti hanno diritto a permessi retribuiti per l’effettuazione di esami prenatali, accertamenti clinici ovvero visite mediche specialistiche, nel caso in cui questi debbono essere eseguiti durante l’orario di lavoro.

Per la fruizione dei permessi di cui al comma 1 le lavoratrici presentano al datore di lavoro apposita istanza e successivamente presentano la relativa documentazione giustificativa attestante la data e l’orario di effettuazione degli esami.

Prima dell’inizio dell’astensione obbligatoria, la lavoratrice deve presentare al datore di lavoro e all’INPS (o all’Ente presso cui è assicurata) i seguenti documenti:

– la domanda di corresponsione dell’indennità di maternità, con la precisazione della data di inizio dell’astensione obbligatoria, come prevista dall’articolo 15 della legge n.1204/71 e successive modificazioni.

– Il certificato medico di gravidanza redatto su apposito modulo in dotazione alla ASL indicante, fra l’altro, il mese di gestazione (alla data della visita) e la data presunta del parto.

ASTENSIONE ANTICIPATA OBBLIGATORIA:

L’astensione obbligatoria anticipata può essere richiesta con specifica domanda nei seguenti casi:

a) lavoratrice che si trova in stato di gravidanza a rischio, ovvero nel caso di complicanze della gestazione;

b) condizioni di lavoro o ambientali pregiudizievoli alla salute della lavoratrice madre e del bambino (es. colorificio, essere adibita alla lavorazione di prodotti con sostanze chimiche, etc…);

c) lavoratrice madre che svolge lavori pericolosi, faticosi o insalubri e non può essere spostata ad altre mansioni (es. tecnico di radiologia, psichiatra, infermiera in determinati reparti, etc…)., questa forma di astensione può protrarsi fino al 7°mese dopo il parto.

PROCEDURA ASTENSIONE ANTICIPATA PER MATERNITA’ A RISCHIO:

LETTERA a)
La lavoratrice che intende usufruire dell’astensione anticipata per maternità deve formulare istanza alla Direzione Provinciale del Lavoro territorialmente competente (ove risiede la lavoratrice), (presso questo ufficio si potranno trovare i modelli già prestampati).

La lavoratrice deve allegare alla domanda certificato medico, rilasciato da uno specialista dell’A.S.L., l’istanza dovrà essere corredata dalle generalità dell’interessata, la data presunta del parto, il mese di gravidanza, la motivazione (diagnosi) attestante lo stato di rischio e il periodo esatto di astensione anticipata che intende usufruire (prognosi del medico), la denominazione esatta e la sede dell’azienda dove presta l’attività lavorativa.

La Direzione Provinciale del Lavoro, emanerà provvedimento di autorizzazione entro 7 giorni dall’istanza completa della lavoratrice (se entro 7 gg la lavoratrice madre non avrà ricevuto alcun provvedimento dalla DPL la richiesta si intenderà accolta).

PROCEDURA PER ASTENSIONE ANTICIPATA LETTERE b) e c)

NORMATIVA DI RIFERIMENTO:

D.leg.vo 26/03/2001 n. 151

Misure per la tutela della sicurezza e della salute sul lavoro delle lavoratrici gestanti, puerpere, in allattamento.

Legge n. 53/2000: Disposizioni per il sostegno della maternità e della paternità.
Circolare Ministero del lavoro n.43/2000.

Lavoratrici madri: flessibilità dell’astensione obbligatoria.

Per particolari condizioni ambientali sul posto di lavoro, pregiudicanti per la salute della madre e del bambino, la richiesta di astensione dal lavoro deve essere presentata dal datore di lavoro, una volta verificata, in base al documento di valutazione dei rischi e previo parere del medico competente e del RSSL, l’impossibilità di ricollocare la lavoratrice all’interno della struttura aziendale.

La Direzione Provinciale del Lavoro può svolgere i dovuti controlli o delegare l’ASL per gli accertamenti di carattere sanitario.

La lavoratrice madre verrà autorizzata ad astenersi dal lavoro fino al 7° mese dopo il parto, qualora dopo il 3° mese sussistano le stesse condizioni che hanno comportato l’astensione anticipata con lettere b) e c).

DIVIETO DI LICENZIAMENTO DELLE LAVORATRICI MADRI

Dall’inizio della gestazione e fino all’anno compiuto del bambino, vige il divieto assoluto di licenziare la lavoratrice madre, tranne nei seguenti casi:

– licenziamento per giusta causa;
– cessazione di attività dell’azienda;
– risoluzione del rapporto di lavoro per scadenza del termine.

La lavoratrice può rassegnare le proprie dimissioni, ma dovrà convalidarle presso la Direzione Provinciale del Lavoro.

LAVORATRICI MADRI CON CONTRATTO A TERMINE

Alla lavoratrici a tempo determinato, l’indennità di maternità per il periodo di astensione obbligatoria compete solo nel caso in cui l’interessata entri in astensione entro il 60° giorno dalla data di cessazione del rapporto a termine.

La lavoratrice potrà inoltrare domanda presso l’INPS competente.

L’astensione facoltativa spetta solo se il rapporto di lavoro è ancora in atto e cessa con la conclusione della attività.

Commenti (61)

  1. possibile che sia così difficile fare un sito dove possa essere facile trovare i moduli per l’astensione facoltativa dal lavoro per maternità a rischio?

  2. Ciao Alessia,

    non sei riuscita a trovare il modulo? E’ in questa pagina, ma se vuoi il link diretto eccolo qua: http://www.impresalavoro.eu/modulo-astensione-lavoro.doc

  3. Buongiorno, vorrei chiedervi. E’ possibile che si possa richiedere l’astensione del lavoro per motivi di stress?Sono reduce da un aborto, solo in un periodo di calma sono riuscita a rimanere in cinta una secodna volta. Ma sono molto apprensiva su tutto, torno dal lavoro con forti mal di testa e non so se sono dovuti al bambino , all’anemia, allo stress etc, etc il mio medico non si è soffermato su queste mie paure ritenendole ridicole.Ora non vorrei perdere un’ altra volta il bambino e sopratutto ripetere il raschiamento.
    La situazione lavorativa è questa: “Chiamo per avvisare che sono l’indomani sarei stata in ospedale per un raschiamento. Mi viene risposto: e noi come facciamo?
    Non solo questa è stata l’occasione per farmi andare al lavoro anche con la febbre.
    come posso tutelarmi?

  4. Ciao Alessandra,

    l’astensione dal lavoro per qualsiasi motivo di salute tra cui anche sintomi causati dallo stress e/o dall’ansia deve essere consigliata da un medico specialista in ginecologia. Il mio consiglio pertanto è quello di andare dal tuo ginecologo ed esporgli il problema. Sicuramente troverete una soluzione. Stai tranquilla e sappi che alle volte si trovano datori di lavoro maldestri. Una gravidanza va gestita in maniera rilassata, vedrai che andrà tutto bene. Auguri.

  5. Buonasera, sono in maternità fino al 31/12/2008, dato la richiedo fino al compimento di un anno del bambino è giusto che questi 3 mesi l’ azienda non li retribuisca? Grazie

  6. Sono una fisioterapista con partita Iva. Mi hanno spiegato che ho la Gestione separata.
    Sono ormai al 6# mese di gravidanza. A causa delle mansioni e l’età 41 anni, mi hanno proibito di svolgere attività lavorativa perchè c’è rischio che perda il bambino.
    Oggi mi hanno suggerito di andare alla Direnzione Provinciale del Lavoro per ottenere l’esonero e forse, percepire una indennità. Attualmente la mia sopravvivenza è demandata a mia madre e qualche contributo per il mio sostentamento viene in piccola entità dal padre naturale del bimbo.
    Sono seguita da un Consultorio che ha provveduto dal mese di settembre di certificare la mia gravidanza a rischio.
    Chi può darmi ulteriori informazioni?
    Grazie.

  7. ciao io sono titolare di una pizzeria, ho una ragazza rumena assicurata come apprendista part-time; ad ottobre ha scoperto di essere in attesa e già da novembre si è ritirata dal lavoro mettendosi in malattia e non in gravidanza a rischio, in quanto il suo medico di base le ha detto che era troppo presto per mettersi in maternità; ora la mia domanda è quali spese devo affrontare e c’è un modo per recupere questi soldi che io sto anticipando visto che il ragioniere mi ha detto che se si fosse messa in gravidanza a rischio non avrei dovuto pagare di tasca mia ma era l’inps che avrebbe pagato?spero in un vostro chiarimento vi rigrazio anticipatamento elisa

  8. buonaserra!vorrei chiedere qualque consiglio sulla maternita.io sono una ragazza rumena,sono incinta di 4 mesi.dal terzo mese non lavoro piu e sto acasa in maternita a rischio.io lavoro come badante con un contrato a tempo indeterminato…o fatto gia la domanda per maternita a rischio pero mi hanno detto che lavorando soltanto da 9 mesi…i contributi non risultano ancora pagati all INPS.hanno detto anche di aspetare e di ripassare fra un mese…io fra un mese dovro iniziare a lavorare d nuovo.questi soldi che mi spettano quando arriverrano?quanto tempo devo aspetare per averli?vi ringrazio molto e spero che mi date una risposta perche sono molto confusa in questo campo….

  9. ciao volevo sapere come e’ il discorso del dopo maternita’ obbligatoria fino sette mesi.sono stata a casa da subito per lavoro pericoloso e mi hanno dato i sette mesi dopo perche’ non hanno trovato una mansione idonea al mio stato.ora mi scadono e devo rientrare,ma vorrei sapere come devo comportarmi.Posso esercitare il mio lavoro(portalettere)o fino all’anno del bambino devono darmi semore una mansione idonea? grazie e saluti

  10. buon giorno a tutti..io sono una ragazza di 30 anni e volev avere piu’ informazion per quanto riguarda il lavoro di colf assicurata con la legge104.un domani ho diritto anche io della maternita’ anche se in casa si supera il redito?

  11. Sono incinta e la data presunta del parto è il 18/03/2010.
    Per problemi gravi sono andata in astensione anticipata e sto sotto ispettorato. Il certificato rilasciato dall’ospedale arriva fino al 17/01/2010, e il ginecologo mi ha detto che sarebbe andato bene così dato che poi dal 18/01 sarei entrata in astensione obbligatoria… ma una signora dell’ispettorato mi ha detto che il certificato deve arrivare almeno fino al 18, altrimenti essendo una lavoratrice a tempo determinato PERDO TUTTO!!!
    Sapendo che febbraio ha 28 giorni… chi ha ragione? dal 18 gennaio al 18 marzo compresi sono esattamente 60 giorni!
    fatto sta che ormai non trovo un appuntamento all’ospedale entro il 17/01! CHE DEVO FARE? Da che giorno inizia l’astensione obbligatoria?

  12. Salve, mia moglie è in attesa da circa un mese con una gravidanza a rischio e su consiglio anche del suo medico curante, vuole rimanere a casa dal lavoro, lavora presso un supermercato con un contratto a tempo indeterminato, volevo sapere in che misura gli verrà pagato lo stipendio da adesso fino al termine della astensione obbligatoria di maternità.
    Grazie mille.

  13. Salve, la mia domanda è questa: ho partorito l’8 dicembre 2009 ma la data presunta era il 18 dicembre, dal 18 luglio 2009 sono stata sotto ispettorato. Vorrei sapere quando è terminata la mia maternità obbligatoria, se il 7 marzo 2010 o il 17 marzo. Il consulente mi dice che quest’anno è cambiata la normativa e chi usufruisce della maternità anticipata, quella obbligatoria termina dopo tre mesi dal parto e non dalla data presunta. E’ vero? Grazie

  14. salve sono un gravidanza rischio e sono in maternita anticipata.i cite giorne mi manda il datore di lavoro licinsiamento e sono al timpo indeterminato come facio grazie

  15. ciaosono elisabetta, sono all’8sett di gravidanza, faccio il militare e dovrei compilare la domanda per l’astensione al lavoro, come funziona esattamente? graziemille a presto

  16. Salve.Sono una postina di 27 anni.Sto cercando il secondo bimbo,e forse ci siamo.Vorrei sapere se posso “usufruire” della maternita’ a rischio fin dal primo giorno dalla visita ginecologica,in quanto il mio lavoro e’ molto pericoloso,con lo scooter sei ore tutte le mattine,e poi il peso che sollevo e’ molto notevole.poi,per stare vicino al bimbo fino all’anno di eta’,c’e’ retribuzione o no?grazie

  17. salve sono una ragazza di 26 anni ed ho scoperto da pochi giorni di aspettare il secondo bambino,io lavoro in un distributore di carburante ed ho un contratto come associata in partecipazione che mi scade il 31 dicembre di quest’anno.
    volevo sapere se posso andare in maternita anticipata visto che sono a contatto con delle sostanze nocive e fin quando mi sara’corrisposta la maternita’ visto che mi scade il contratto.grazie per la vostra attenzione

  18. il mio contratto scadeva il 20-07-10,io mi sono messa in maternita’ anticipata a rischio dal 26-05-10!percepiro’ la maternita’fino al 3° mese del bambino.Per poter dopo fare domanda di disoccupazione devo iscrivermi gia’ adesso al collocamento o aspettare che finisca la maternita’?

  19. mi trovo nella stessa situazione di stafania e nessuno sa darmi una risposta anche a me scade il contratto il 4 09/10 e sono in maternità dal 20 08/10 chi mi pagherà la maternità ho presentato domanda anche all’inps oltre che alla direzione provinciale del lavoro ma l’inps nn mi ha saputo dare nessuna informazione.

  20. il mio contratto e indeterminato.sona assunta da dicembre,no posso prendere la maternita dall inps per che quando avevo 7 mesi ,non avevo al meno 6 mesi lavorati.la domanda e:il mio datore di lavoro paga ancora per un anno i miei contributti?
    grazie per la risposta!!

  21. Salve sono in maternità a rischio da un mese(sono al 2°della gravidanza) e se tutto va x il meglio 3 mesi dopo il parto dovrò rientrate a lavoro,il punto è che il mio è un lavoro a rischio x le radiazioni emanate dai registratori di cassa; per lo spostamento fisico di merci pesanti e per lo stress,ma alle colleghe che prima di me ne hanno fatto richiesta è stata respinta.L’azienda per la quale lavoro ha punti vendita in tutta Italia ma con rammarico ho scoperto che le colleghe che non abitano in sicilia si avvalgono di un diritto che a noi siciliane è negato,pare per mancanza di fondi.A chi bisogna rivolgersi?qual’è il decreto che bisogna impugnare?quale ufficio o responsabile va sollecitato?Tante Grazie!

  22. salve mercoledì farò il certificato per gravidanza a rischio lavorando come portalettere. nel frattempo dovrebbere chiamarmi per una nuova nomina come sportellista grazie a precedenti prove.ora mi chiedo al momento della chiamata come posso tutelarmi il mio posto? Oppure potrei presentarmi anche solo per 1 giorno per occupare così quel posto. grazie

  23. salve volevo sapere di piu,sono andata in maternita anticipata e sono al 6° mese per gravidanza a rischio dal 02/11/2010 la data del parto riporta 20/02/2011.ho riempito moduli richiesti dalla cgl con certificato del ginecologo e spediti alla direzione provinciale lavoro con ricevuta di ritorno (la ricevuta e tornata) sono piu di venti giorni che non è arrivata nessuna documentazione e nessun controllo di aver accettato la domanda,per cuiil giorno 01/12/2010 mi scade la malattia posso comnque tranquillamente uscire di casa dopo la scadenza della malattia?mi hanno riferito che non esistono orari per il medico dell imps

  24. salve, sono al 5 mese. per motivi di stress avrei bisogno di andare in maternità anticipata che differenza c’è tra maternità anticipata e a rischio? inoltre volevo avere il testo della legge dove si dice che in maternità a rischio /anticipata si possa uscire di casa tranquillamente…. grazie

  25. Salve, sono una lavoratrice presso azienda privata a cui, dopo la nascita del primo figlio, era stato concesso part time sino al 30 aprile 2011. ora sono incinta e in maternità a rischio dal marzo 2011 per minaccia di aborto. La mia azienda mi ha comunicato che tutta la maternità sino al mio rientro lavoro sarà con
    trattamento economico part time, anche se mi scade tra due mesi. E’ corretta questa procedura?
    grazie in anticipo.

  26. la procedura e’ regolare– saluti

  27. salve mi trovo in problema cvhe quasi nessuno mi riesce a risolvere.vorrei sapere qual è la giusta procedura x la gravidanza a rischio,xchè c è chi mi dice che devo presentare semplicemente il certificato al datore e all imps, c è invece chi dice che devo presentare il certificato anche all ispettorato del lavoro all asl .
    vorrei un aiuto xfavore mi date una mano

  28. salve sono al 6mesi di gravidanza ho fatto la domanda al ispetorato delle lavoro il 16/03/2011 ma fino ora non mi ricevuta nienti anche prima della scadenza delle contratto ed puo ho fatto a l inps ma neinti come faccio ho besognio di soldi.

  29. Salve,

    Una volta iniziata una astensione dal lavoro per gravidanza a rischio, nel caso si risolvano le problematiche di salute è possibile rientrare al lavoro prima del parto?

    Grazie

    Sara

  30. La gravidanza gemellare è motivo di astensione anticipata?
    Grazie

  31. gestisco un impianto di rifiuti pericolosi e non è possibile astenersi dal lavoro prima della 12 settimana?
    Grazie

  32. Vorrei chiedervi un’informazione più dettagliata. Quali sono i requisiti o i presupposti per estendere l’astensione obligatoria a 7 mesi dopo il parto? considerate che sono un’insegnante di scuola materna. Tenendo conto che il riferimento è il D.leg.vo 26/03/2001 n. 151, allegato B) e C). Grazie anticipatamente.

  33. Buon giorno a tutti. Vorrei avere un chiarimento riguardante la maternità a rischio. Io sicuramente, se vorrò avere un bambino, dovrò restare per tutto il periodo di gestazione a riposo. Questo perchè ho già avuto 3 gravidanze finite male, proprio perchè non ho seguito alla lettera quello che mi è stato detto dal medico. Il mio quesito riguarda il versamento dell’assegno di maternità da parte dell’inps. Essendo io un’ amministratrice-contabile, sò benissimo che il pagamento al dipendente viene fatto direttamente dal datore di lavoro, che avrà uno sgravio sulle tasse mensili per quello che concerne la maternità a rischio. Detto ciò, vorrei sapere se il pagamento dell’assegno di maternità da parte dell’inps, può essere versato direttamente al lavoratore dipendente, come succede ad esempio per la “cassa integrazione”. Grazie anticipatamente.

  34. Buon giorno. Mi chiedevo, se dal momento che porto il mio ceretificato di gravidanza anticipata perche a rischio all’ispettorato di lavoro e poi all’imps, entro subito in maternita o sono in malattia fino a data precisa

  35. salve, sono al quinto mese di gravidanza ed il ginecologo mi ha prescritto 30 gg di riposo per minacce di aborto. vorrei sapere se è possibile avviare procedura di gravidanza a rischio presso ispettorato anche solo per 30 gg oppure è necessario che permanga fino alla fine della gravidanza e quindi rimanere in malattia? impiegata presso azienda privata.

  36. salve ,sono all’ottava settimana di gravidanza e il ginecologo mi ha dato l’astenzione anticipata per problemi di salute.Lavoro presso un’ospedale con contratto a tempo indeterminato,la mia manzione è operatore socio sanitario.adesso vorrei capire dopo il parto fino a quando posso rimanere in maternità ,e con quale remunerazione.La ringrazio anticipatamente

  37. Salve,sono a casa con un certificato di maternita’ a rischio.Il mio compagno vive e lavora in una citta’ diversa dalla mia.Secondo voi potrei raggiungerlo comunicando all’inps il cambio di domicilio per questo periodo??dovendo stare a casa,preferirei vivere questo momento al suo fianco.
    Grazie.

  38. salve,
    ho 34 annie sono incinta da due mesi, praticamente lavoro part time come impiegata in una fonderia alluminio, e praticamente tutti i giorni sentol’odore che emanano i forni dalla fusione dell’alluminio, oltre cio’il miocontratto e’ determinato e’ scade il 1 di aprile, volevo sapere se :
    faccio parte della categoria a rischio per la maternita’ anticipata , e poi se vengo pagata la maternita’?
    grazie

  39. Buongiorno,
    sono in 5 mese di gravidanza, ho avuto contrazioni, il mio ginecologo mi ha lasciato cerificato per l’astenzione anticipa gravidanza a rischio. ho fato gia tutte le prattiche per la Direzione Prov.del Lavoro, ora aspetto la risposta. La mia domanda era, come posso otenere l’astenzione fino a 7 mesi di eta del bambino?? anche perche lavoro presso un corriere, mi capita stare spesso in piedi e poi fadica psico-fisica..
    Grazie.

  40. anche senza stipendio…fino a quando dopo il parto si puo restare a casa? (sono insegnante)
    grazie a tutti

  41. salve sn incinta di 8 sett e ho fatto richiesta all ispettorato del lavoro per interdizione per gravidanza a rischio, m è venuto il dubbio se devo andare anche all’INPS a sbrigare qualche altra pratica????????

  42. Salve,sono incinta di 15 settimane. Lavoro come insegnante in un centro infanzia mi occupo dei bambini dai 3 ai 5 anni.
    Chiedo se faccio parte di quelle madri in gravidanza a rischio.Se si,chiedo se posso entrare in maternità anticipata e qual’è l’iter dei documenti da seguire.Attendo risposta.Grazie.

  43. Salve, sono una donna di 42 anni alla mia prima gravidanza.
    Ho un contratto di lavoro part-time verticale (6 mesi lavoro 6 mesi no)a tempo indeterminato.Il problema nasce quà, il 31 marzo finisco il mio periodo lavorativo (6 mesi), alla mia azienda ho già comunicato il mio stato, ma per il periodo in cui non lavoro mi spetta l’assegno di maternità dall’inps???e se presento entro il 31 marzo la maternità a rischio???AIUTATEMI

  44. salve ,
    volevo chiedere delle informazioni.
    Sono una supplente di scuola materna.Sono stata chiamata per una supplenza di un giorno in una scuola pubblica, premetto che sono al 5° mese di gravidanza, ho accettato l’incarico e svolto la supplenza.
    Ora mi chiedo : ” Posso richiedere l’astensione anticipata per gravidanza a rischio?
    Ed in quale misura verrò pagata? Grazie

  45. ciao sono angela siccome faccio un lavoro in cui mi tiene in piedi tutta la giornata e alzo pacchi pesanti accuso molto spesso mal di schiena,volevo sapere se era possibile ottenere l astensione anticipata dal lavoro dato che ho finito il quinto mese di gravidanza e come posso fare avendo un specialista ginecologo privato?grazie

  46. ciao sono roxana , adesso sono in maternita (04 08 2012) ce la data prezumta del parto dopo 04 11 2012 poso prendere la dezocupazzione ? o lavorato sempre con contratto stagionale nel turismo da 6 anii. grazie

  47. ciao sono nertila,sono gravida di quasi 2mesi,lavoro in un azienda metalmecanica stampagio al fredo,volevo sapere se mi asspeta la martenita anticipata,il mio pricipale non sa niete,ho un contrato tempo idertiminato partiam provisorio.cosa devo fare,grazie

  48. ciao sono sempre Nertila cosa devo fare?GRAZIE

  49. ciao,sono una camionista incinta in +12 set.dovrei fare la domanda per l’astensione al lavoro?cosa devo fare?grazie

  50. Salve, volevo sapere se posso richiedere l’astenzione da lavoro per maternita’ a rischio in quanto io ho una seria patologia e viaggi tutti i giorni per arrivare al lavoro con treni e mezzi pubblici. come si fa’??? grazie.

  51. Salve,sono in 13 sett. ho sempre lavorato da quando sono rimasta incinta la settimana scorsa mi hanno diagnosticato gravidanza a rischio con distacco di placenta mi hanno detto di smettere di lavorare dato che il lavoro che faccio era a rischio per la gravidanza e il datore di lavore non aveva altro da farmi fare.Il datore di lavoro ha presentato all’ispettorato la domanda che non poteva cambiarmi di mansione e inviato il certificato medico che attestava il mio stato a rischio e che la mansione che svolgevo non era idonea. Otterrò la maternità anticipata fino a sette mesi dopo il parto? E il stipendio mi verrà erogato per intero?

  52. Salve, sono una maestra d’asilo e da poco è iniziata una gravidanza. A ilvello brocratico, oltre aver presentato il ceertificato della ginecologa per l’astensione anticipata causa lavoro a rischio e compilato il modulo relativo che spiega che non posso eseguire altre mansioni, cosa devo fare ? Quali sono i prossimi passi da seguire? Oppre dove posso rivolgermi per saperlo senza domandare al mio datore di lavoro ? Grazie mille…

  53. Salve, sono una commessa con contratto a tempo determinato. Il mio contratto scade il 14 settembre 2012, quanto tempo ho per presentare la domanda di gravidanza a rischio ostetrico? Ha ancora senso presentarla dopo la data della scadenza del contratto? Grazie!

  54. salve sn una banconista,cassiera e cucino anke in un negozio di enogastronomia,sn assunta a tempo indeterminato,ma il mio datore da qnd ha saputo ke sn in attesa nn vuole ke facci la gravidanza a rischio,anke se è a conoscenza dei miei malesseri e vuole farmi firmare le dimissioni,cosa posso fare…cm posso comportarmi ed avere i miei diritti..?aspetto vostra risposta grazie

  55. Salve, anche se non vedo tante risposte alle domande poste prima del mio ci provo lo stesso, chi sa se sarò fortunata.
    Volevo chiedere se qualcuno sa l’iter per la gravidanza a rischio e se è permesso viaggiare? sono straniera e vorrei tornare a casa mia durante la gravidanza (guisto per staccare dallo stress della capitale per ca. 2 settimane) per poi tornare in Italia. Dovrei comprare i biglietti ma non so se è permesso partire e specialmente partire per l’estero.
    Grazie di cuore ed in bocca al lupo a tutte
    Non so proprio a chi chiedere visto che la mia posizione di lavoro non è tanto sicuro al momento.

  56. Lavoro dall Junio ed adesso sono incinta in 2 messi, gravidanza a rischio con provedimento di lavorare. Gli datori di lavoro invece mi dicono che non posso ossufruire dei miei dirriti perche non lavoro di piu di 2 anni.e verro?

  57. Buona sera sono ina educatrice di asilo nido. Sono entrata nel 4° mese di gravidanza e per lavoro a rischio il medico del lavoro mi ha fatto un certificato da mandare all’ispettorato del lavoro per richiesta di interdizione di maternità?? la risposta ancora non l’ho ricevuta….cosa devo fare nel frattempo??? devo continuare ad andare al lavoro o devo già stare a casa??? grazie

  58. buon giorno sono una ragazza romena e lavoro al privato da 13 ottobre e adesso sono incinta in 8 settimane.ho avuto una minaccia d’aborto e vorrei mettermi in rischio gravidanza.e possibile?vengo poi pagata?ho un contratto di 1 anno al livello 5 cameriera di 36 ore settimanale.grazie aspetto vostra risposta.grazie mille

  59. Buonasera, sono una ragazza che avora nel privato con contratto part time in scadenza a fine gennaio , come cassiera ed altre mansioni, è sono nella 10a settimana di gravidanza.Solo che faccio fatica durante l’orario di lavoro a sopportare odori vari come fumo di sigarette che entrano all’interno del locale e vari sforzi cui sono dovuta ad affrontare e visto che non vorrei avere problemi da qui in avanti ( spesso ho dolori )e vorrei mettermi sotto ispettorato quindi andare in stensione facoltativa fino al periodo di maternità ( due mesi prima ) . Che trattamento economico mi spetta ed è possibile assentarmi già dal lavoro da questo periodo? Grazie.

  60. Buon giorno, sono una donna di 34 anni e sono al fine 7° mese di gravidanza a rischio già dal 2° mese di gestazione. La mia domanda è la seguente: i cinque mesi di astensione dal lavoro possono essere calcolati tutti dopo il parto o essendo già in astensione valgono 2 mesi prima e due mesi dopo? Grazie Loredana

Rispondi