Incentivi assunzione giovani genitori

di Stefania Russo Commenta

Al fine di favorire l'occupazione di persone di età inferiore ai 35 anni e che risultano essere genitori o affidatari di figli minori..

Al fine di favorire l’occupazione di persone di età inferiore ai 35 anni e che risultano essere genitori o affidatari di figli minori è stata istituita dall’Inps la cosiddetta “banca dati per l’occupazione dei giovani genitori”.

Le società private e le cooperative che assumono a tempo indeterminato una o più persone i cui nominativi sono presenti in tale lista ricevono infatti un incentivo pari a 5.000 euro per ciascun lavoratore.


Tale iniziativa è stata resa possibile grazie all’emanazione del decreto del ministro della Gioventù del 19 novembre 2010, che ha stanziato 51 miliardi di euro per favorire l’occupazione di giovani genitori.

Per potersi iscrivere a tale lista, oltre che essere genitori o affidatari di uno o più minori e avere un’età non superiore ai 35 anni, bisogna anche avere un’occupazione non stabile, ossia essere titolari di un rapporto di lavoro subordinato a tempo determinato, lavoro in somministrazione, lavoro intermittente, lavoro ripartito, contratto di inserimento, collaborazione a progetto o occasionale, lavoro accessorio o di una collaborazione coordinata e continuativa.

DIRITTO DI PRECEDENZA NELLE ASSUNZIONI

I soggetti interessati possono effettuare l’iscrizione alla banca dati accedendo al sito dell’Inps (www.inps.it) alla sezione “al servizio del cittadino”, dopodichè bisogna seguire il seguente percorso: “autenticazione con Pin”, “fascicolo previdenziale del cittadino”, “comunicazioni telematiche”, “invio comunicazioni”, “iscrizione banca dati giovani genitori”. Per poter effettuare l’iscrizione è necessario essere in possesso del Pin, le persone sprovviste potranno richiederlo sempre tramite il sito internet dell’istituto di previdenza sociale. In alternativi l’iscrizione può essere effettuata tramite il sito internet del dipartimento della Gioventù, anche in questo caso è necessario essere in possesso del codice Pin rilasciato dall’Inps.

DIRITTI DEL PADRE LAVORATORE

In caso di superamento del limite di età previsto o di assunzione a tempo indeterminato, la cancellazione del nominativo dalla lista avviene automaticamente, in caso di cessazione dell’affidamento è invece necessario che la cancellazione venga richiesta dal soggetto.

Le imprese che provvedono ad assumere una delle persone il cui nominativo è presente nella suddetta Banca dati possono chiedere il dovuto incentivo accedendo al sito internet dell’Inps, nella sezione “Istanze on-line” del Cassetto previdenziale Aziende.

Rispondi