Novità modello 730 2011

di Stefania Russo Commenta

Dalla bozza del modello 730/2011 pubblicata sul sito dell'Agenzia delle Entrate emergono diverse novità che nel complesso contribuiscono..

Dalla bozza del modello 730/2011 pubblicata sul sito dell’Agenzia delle Entrate emergono diverse novità che nel complesso contribuiscono a rendere decisamente più semplice la lettura e la compilazione della dichiarazione.

La prima novità si trova nel frontespizio, dove scompare la sezione dedicata all’indicazione del domicilio per la notificazione degli atti. Nel quadro B, invece, la novità riguarda l’introduzione della colonna riservata alle locazioni degli immobili situati nella provincia dell’Aquila, in quanto per i territori interessati dal terremoto è stata fissata un’imposta sostitutiva dell’Irpef con aliquota del 20% per il reddito derivante dalle locazioni di immobili ad uso abitativo.


Per quanto riguarda il quadro C, è stata prorogata l’agevolazione relativa alle somme legate agli incrementi di produttività ed è stata confermata la detrazione sul trattamento economico accessorio per il personale del comparto sicurezza, difesa e soccorso, per un importo non superiore a 149,5 euro.


Nel quadro E è scomparso il bonus arredi e la possibilità di detrarre le spese di aggiornamento dei docenti e quelle per l’abbonamento al trasporto pubblico.

Nel quadro F è stata inserita un’apposita sezione destinata al recupero del credito relativo all’imposta sostitutiva applicata ai compensi erogati per gli incrementi di produttività o per lavoro straordinario negli anni 2008 e 2009. Altra novità è la presenza di due campi per l’addizionale comunale di cui uno si riferisce al 2010 a l’altro all’acconto per il 2011.

Il quadro G, dedicato ai crediti d’imposta, prevede un credito d’imposta pari all’importo pagato al momento della fruizione dell’anticipazione stessa, è stata inoltre integrata la sezione IV relativa ai crediti d’imposta per la ricostruzione delle abitazioni in Abruzzo distrutte dal terremoto e, infine, è stato introdotto un apposito campo per il credito d’imposta in materia di mediazioni.

Rispondi