Modello domanda rimborsi Iva extra Ue

di Stefania Russo Commenta

Il primo ottobre scade il termine ultimo per inoltrare richiesta di rimborso dell’imposta assolta in Italia nel corso del 2011 da soggetti...

Il primo ottobre scade il termine ultimo per inoltrare richiesta di rimborso dell’Iva assolta in Italia nel corso del 2011 da soggetti passivi stabiliti in Svizzera, Norvegia e Israele, ossia i tre Paesi extraeuropei con i quali l’Italia ha stipulato un accordo di reciprocità.

In tal caso, contrariamente a quanto accade per l’Iva assolta negli altri Paesi europei, la richiesta deve essere presentata in forma cartacea attraverso apposito modulo predisposto dall’Agenzia delle Entrate, denominato “modello Iva 79“, scaricabile tramite il link in fondo.


Il modello può essere redatto in lingua italiana o inglese e deve essere inviato al Centro operativo di Pescara (sito in via Rio Sparto n. 21, 65100 Pescara) tramite posta raccomandata con avviso di ricevimento, tramite corriere espresso oppure mediante consegna a mano. Non sono considerate valide le richieste pervenute via fax o per posta elettronica.

Al modello deve essere allegata idonea documentazione comprovante il versamento dell’Iva di cui si richiede il rimborso, ovvero: originali delle fatture; documentazione da cui si evince il pagamento delle fatture prodotte; attestazione rilasciata dall’Amministrazione dello Stato di stabilimento del richiedente, dalla quale risulti la qualità di soggetto passivo Iva e la data di decorrenza di tale iscrizione.

Nel caso in cui, dopo aver effettuato il rimborso, l’Agenzia delle Entrate venga a conoscenza di fatti o elementi che fanno venir meno il diritto al rimborso, viene emesso un provvedimento di recupero delle somme indebitamente riscosse con irrogazione delle sanzioni previste.

Download modello Iva 79

Rispondi