Come diventare sarto

di Stefania Russo Commenta

Quello del sarto è un mestiere antico ma che con il tempo ha acquistato sempre più valore, soprattutto alla luce del fatto che si tratta di un lavoro che sempre meno giovani scelgono di fare...

Quello del sarto è un mestiere antico ma che con il tempo ha acquistato sempre più valore, soprattutto alla luce del fatto che si tratta di un lavoro che sempre meno giovani scelgono di fare.

Per poter svolgere questa professione è però necessario aver acquisito delle competenze specifiche, cosa che è possibile fare sia lavorando come apprendisti in un negozio di sartoria sia seguendo un apposito corso. Coloro che decidono di svolgere questa professione fin da giovanissimi possono acquisire le competenze necessarie frequentando un apposito istituto professionale che consente di ottenere il diploma di operatore di moda.


Un bravo sarto deve essere in grado non solo di fare orli e cuciture ma anche di realizzare vestiti su misura, prendendo le misure e confezionando e assemblando le diverse parti dell’abito.

[COME DIVENTARE PARRUCCHIERE]

Il sarto può lavorare sia avviando un’attività in proprio sia come dipendente presso un negozio di sartoria o presso una fabbrica di abbigliamento.

[COME APRIRE UNA SARTORIA IN FRANCHISING]

I guadagni dipendono molto dall’ambito di attività in cui si lavora, tuttavia quello del sarto è considerato un mestiere piuttosto remunerativo in considerazione del fatto che sempre meno giovani scelgono di intraprendere questa strada. Si tratta però di un mestiere che, contrariamente a quanto accade per tante altre professioni, non è destinato a scomparire del tutto dal momento che, sebbene la grande distribuzione ne abbia ampiamente ridotto l’attività, ci saranno sempre persone che avranno bisogno di un orlo ai pantaloni e di qualunque altro tipo di “aggiustatura” al vestito acquistato già pronto.

Rispondi