Marketing digitale

di Stefania Russo Commenta

In tutto il mondo, seppur in misura diversa, si è registrato un netto calo degli investimenti pubblicitari tramite i media tradizionali, un'inversione..

In tutto il mondo, seppur in misura diversa, si è registrato un netto calo degli investimenti pubblicitari tramite i media tradizionali, un’inversione di tendenza dettata da un cambiamento delle abitudini dei consumatori, la maggior parte dei quali tende a cambiare canale quando c’è la pubblicità.

Per questo motivo, dunque, sono sempre di più le aziende che decidono di ricorrere al cosiddetto marketing digitale, ossia ad investimenti pubblicitari tramite canali innovativi, quali siti e portali web, dal momento che accedere ad internet è ormai diventata un’abitudine quotidiana in tutto il mondo e per svariate tipologie di attività, a partire dalla semplice ricerca di informazioni fino ad arrivare allo svago e al divertimento.


Nel caso del digital marketing, contrariamente a quanto accade nel caso della pubblicità trasmessa in televisione o alla radio, l’utente non solo non può cambiare canale ma viene attratto da banner o annunci pubblicitari mentre si trova su un sito per altri motivi, potendo scegliere se approfondire la conoscenza del prodotto pubblicizzato tramite un semplice click.

Gli esperti sono concordi nel ritenere che le aziende devono necessariamente dedicare la maggior parte delle risorse destinate alla pubblicità nel digital marketing, sviluppando un’attenta strategia di marketing focalizzata al raggiungimento di uno o al massimo due obiettivi strategici. E’ necessario, inoltre, che la comunicazione online con il consumatore sia improntata ai principi del customer centric.

Rientrano nel digital marketing non solo le pubblicità su siti e portali web ma anche l’e-mail marketing e il search marketing, volti ad incrementare il volume di traffico verso un determinato sito internet.

Per la pubblicità sul tuo sito web scegli Publy

Rispondi