Come trovare lavoro su Internet (seconda parte)

di Giuseppe Aymerich 1

Appurato che il cacciatore di lavoro deve rendersi attivo sui portali in cui si registra per avere successo, approfondiamo in che cosa consista..

lavoro

Appurato che il cacciatore di lavoro deve rendersi attivo sui portali in cui si registra per avere successo, approfondiamo in che cosa consista questa regola.

Trovare lavoro su internet non è facile, innanzitutto, è bene precisare che è utile darsi da fare su più siti e non affidarsi solo ad uno o due, anche se fossero i più noti e prestigiosi. Inoltre, a parte i portali di interscambio fra domanda e offerta, è bene proporsi direttamente alle aziende (quantomeno a quelle più appetibili per ramo di attività e area geografica), molte dei quali, nei propri siti aziendali, hanno un’apposita sezione chiamata “Lavora con noi”, o simile, presso cui i candidati possono offrirsi spontaneamente.


Tuttavia, se si invia il proprio curriculum vitae tramite posta elettronica, è importante ricordare di inviarlo ad un’azienda per volta: inviarlo a venti imprese per ogni spedizione genera una pessima impressione nel singolo destinatario, che probabilmente penserà che per il candidato essere assunto da loro o da terzi non fa differenza.


Il curriculum inviato, inoltre, deve essere tenuto aggiornato con la giusta cadenza, e bisogna fare attenzione a selezionare alcune parole-chiave accattivanti da ripetere con frequenza, perché possa risaltare nella massa; perché è bene ricordare che ogni sito di recruiting colleziona migliaia e migliaia di candidature.

Registrandosi ai singoli portali è poi utilissimo richiedere il servizio di newsletter, in cui periodicamente vengono inviate al proprio indirizzo di posta elettronica le offerte di lavoro che più si avvicinano ai parametri indicati al momento della registrazione (età, titolo di studi, residenza, interessi ecc.).

Esiste, naturalmente il rischio di venire sommersi da newsletter cariche di richieste di lavoro fuori dal proprio interesse, ma è un rischio accettabile considerando che qua e là possono esserci opportunità da non perdere. Per lo stesso motivo, è bene non registrare parametri troppo selettivi.

Commenti (1)

  1. Non esiste solo Monster
    ci sono molti altri portali che aiutano candidati e aziende ad incontrarsi siti come:
    jobrapido.it
    portalavoro.it
    carrerjet.it
    lavoro.corriere.it

Rispondi