Restituzione Imu sugli immobili

di Massimo Parolisi Commenta

Dettagli versamento IMU dell'emendamento al decreto fiscale

Il Ministero dell’Economia proporrà nei prossimi giorni una serie di novità, legate soprattutto alla restituzione dell’Imu sugli immobili di proprietà per i Comuni e la proroga della scadenza per l’approvazione delle delibere con le detrazioni Imu.

Riguardo il primo punto, si tratta per la restituzione di 600 milioni di euro su immobili di proprietà in favore dei comuni nel biennio 2013-2014, corrispondenti alle somme pagate per l’imposta sugli immobili di proprietà degli stessi negli anni 2012-2013.

Inoltre, si parlerà anche della proroga al 30 settembre del termine per l’approvazione dei bilanci municipali, oltre all’esonero dal pagamento Imu per i Comuni per gli immobili di categoria D (capannoni e strutture produttive). Tra l’altro, è stata richiesta la sospensione anche per i capannoni, i quali fanno parte della categoria catastale D “fabbricati adibiti ad attività industriali, commerciali o agricole” e sono circa 1 milione e 178 mila.
Il Ministro per gli Affari Regionali, Graziano Del Rio, ha dichiarato:  “con queste nuove proposte, portate avanti dal Governo, con un fitto lavoro di mediazione e di riequilibrio, e che contiamo il Parlamento possa accettare, per i Comuni potrebbe aprirsi una stagione di segno diverso, dopo gli importanti sacrifici fatti e quelli ancora in corso. Le misure proposte, si assommano alla boccata di ossigeno per i Comuni e per le economie locali, grazie al decreto sul pagamento dei debiti della pubblica amministrazione e all’ampliamento degli spazi del patto regionale”.

Intanto il Governo è al lavoro per le modifiche Imu, dopo che è stata decisa una sospensione per l’acconto sulle abitazioni principali. Proprio pochi giorni fa è giunta una raccomandazione della commissione europea che vede di buon occhio un innalzamento delle tasse sugli immobili al fine di diminuire il cuneo fiscale sul lavoro.

 

 

 

Rispondi